Palpitazioni, attenzione: se arrivano insieme a quest’altro sintomo bisogna preoccuparsi

Palpitazioni, se le hai assieme a quest’altro sintomo, allora è necessario che tu prenda dei provvedimenti, contattando un medico

Per mantenerci in forma, di solito cerchiamo di seguire uno stile di vita sano, che ci consenta di star bene. Quando questo non accade, il nostro corpo ci manda dei segnali da cui dovremmo capire che c’è qualcosa che non va.

palpitazioni, cosa può essere se hai anche questo sintomo
Palpitazioni, attenzione se c’è anche quest’altro sintomo – galleriaborghese.it

Fare dei controlli periodici è senza dubbio un modo efficace per prevenire patologie molto gravi per farci un’idea generale di come stiamo fisicamente. Inoltre essere informati su cosa può accadere al nostro corpo in determinate situazioni è essenziale per monitorare le nostre condizioni.

Un sintomo di qualcosa che non va è sicuramente quello delle palpitazioni. Se poi queste sono associate ad un altro sintomo, allora è il caso di preoccuparsi perché è possibile che si tratti di una malattia molto grave.

Palpitazioni, se sono associate a questo sintomo, agisci al più presto

Può succedere, durante un allenamento o uno sforzo improvviso, che la frequenza cardiaca tenda ad aumentare. Si tratta di una cosa normale, perché il cuore è chiamato a pompare più sangue e più velocemente. Quindi si tratta di un evento di cui non bisogna preoccuparsi.

palpitazioni, con questo sintomo ti devi preoccupare
Palpitazioni unite a questo sintomo: può essere una patologia molto grave  – galleriaborghese.it

Le cose cambiano difronte a una condizione precisa che non può essere ignorata, e che anzi, è un segnale di cui tenere in conto. Entrando nello specifico, può accadere che il cuore batta in maniera accelerata quando si è a riposo e senza che vi sia una ragione precisa. Stiamo parlando per l’appunto delle palpitazioni. Se si verifica un evento del genere sarebbe opportuno fare subito un controllo. Ma quando bisogna preoccuparsi davvero?

Quando la frequenza cardiaca elevata è accompagnata da questi altri sintomi: dolore o fastidio al torace, fatica a respirare, vertigini o dolore alla mascella, al collo, alla schiena, al braccio o alla spalla. Difronte a una situazione del genere è essenziale raggiungere il prima possibile il pronto soccorso. Tutti questi segnali potrebbero indicare che è in corso un attacco di cuore. 

Il pericolo si ha quando il cuore batte costantemente a oltre 100 battiti al minuto, anche se non si stanno svolgendo attività, come un allenamento, che comportino fatica e sforzo. In questi casi, è sempre bene rivolgersi a uno specialista, un cardiologo, che attraverso un’analisi precise possa individuare la causa delle palpitazioni, prescrivendo la giusta terapia da seguire.

Impostazioni privacy