Nuove leggi durissime in arrivo per staccare i bambini dallo smartphone: il piano è rivoluzionario

L’uso eccessivo degli smartphone da parte dei bambini è un bel problema per la società: c’è chi vuole introdurre nuove leggi ad hoc.

Come disincentivare l’uso di smartphone da parte di bambini e adolescenti? Sembra impossibile, eppure va fatto. L’abuso di telefonino comporta vari problemi ai minori. Gli esperti parlano di conseguenze come disturbi del sonno, difficoltà di apprendimento, ritardi nello sviluppo cognitivo e manifestazioni crescenti di irritabilità. Inoltre, lo stare troppo sui social o il giocare per troppe ore può determinare preoccupanti fenomeni di isolamento sociale.

Troppe ore con lo smartphone: allarme per i più piccoli
Come far staccare i bambini dallo smartphone – galleriaborghese.it

I bambini stanno diventando meno inclini a interagire con i coetanei: è un dato di fatto. Non vogliono più giocare all’aperto e non sanno più gestire la vita vera. Hanno anche problemi di autocontrollo e di gestione emotiva. Per tutti questi motivi sembra importante introdurre nuove leggi atte a limitare l’uso degli smartphone da parte dei bambini.

A inizio 2024, per esempio, il sindaco di New York Eric Adams ha annunciato un’azione legale contro le principali società di social media (Facebook, Instagram e TikTok). Adams crede che i social contribuiscano a mettere in crisi la salute mentale fra i più piccoli e gli adolescenti. Come? Creando un sistema che punta alla dipendenza.

I social, insomma, sarebbero fatti proprio per manipolare l’attenzione dei più giovani e creare dipendenza nei bambini. Ma la causa dovrebbe andare per le lunghe. Ed è per questo che Adams è già partito con un’altra iniziativa. Negli ultimi giorni il sindaco di New York ha vietato con un ban i feed dei social media che creano dipendenza e ha posto un limite alle notifiche notturne per i bambini e gli adolescenti.

Le leggi che puntano ad allontanare i bambini dagli smartphone: l’esempio newyorkese

New York potrebbe dunque presto vietare alle società di social media di utilizzare specifici algoritmi per gestire i contenuti dedicati ai minori. Il punto è far sì che i social smettano di proporre feed automatizzati ai minori. Il disegno di legge è ancora in fase di definizione ma presto potrebbe entrare in vigore.

Minori e smartphone: un problema mondiale
I bambini passano troppo tempo sullo smatphone: la nuova legge americana – galleriaborghese.it

New York punta anche a vietare l’invio di notifiche ai minori durante le ore notturne (senza il consenso dei genitori). Iniziative del genere sono state prese anche altrove. In Florida, per esempio, un disegno di legge vieta ai bambini sotto i quattordici anni di accedere alle piattaforme di social media. Inoltre, ogni social richiede il consenso dei genitori per i ragazzi i ragazzi fino a quindici anni.

In questo modo si spera di limitare l’uso dei social o almeno di poter proteggere i più piccoli dai rischi del mondo online. Secondo molti comportamentalisti americani, la situazione è molto delicata e c’è in gioco la salute mentale della nuove generazioni. Già dal 2023 i minori non possono accedere liberamente ai social nell’Utah. in Arkansas, in Louisiana, in Ohio e in Texas.

Anche in Cina l’uso dei social da parte dei minori è fortemente limitato: anche in questo caso ci sono delle vere e proprie leggi che cercano di impedire ai bambini l’accesso agli smartphone. E in Italia? In Italia ancora niente. Il genitore indaffarato mette lo smartphone in mano ai bambini e spera che il surrogato possa tenerli distratti e buoni per un po’.

Impostazioni privacy