Non ti senti bene? Ecco la dieta curativa: i cibi da mangiare e quelli da evitare

Quando non ci sentiamo bene possiamo ritornare in forma seguendo un’attenta alimentazione. Scopriamo i cibi da assumere e quelli da evitare.

Per recuperare energie e salute in tempi brevi è bene sapere cosa è meglio mangiare e cosa è bene evitare per un po’ di tempo. Un’influenza, un periodo stressante, un’indisposizione, a volte capita che si sentiamo più deboli del solito e fatichiamo a trovare il giusto equilibrio psico-fisico. Il nostro corpo ha bisogno di aiuto in determinati momenti per ritrovare energia e salute. La ripresa non può essere lenta perché le attività da svolgere ogni giorno sono numerose e abbiamo bisogno di sentirci bene il prima possibile.

Cosa mangiare per tornare in salute
Cosa mangiare per tornare in salute Galleriaborghese.it

Tante persone ricorrono ad integratori o altri medicinali perché non sanno che, a volte, basta seguire la giusta dieta per ritrovare la forma fisica e di conseguenza quella mentale. Se non ci si sente bene per supportare il sistema immunitario e dare al corpo i nutrienti migliori per contrastare la debolezza occorre scegliere i cibi giusti, facilmente digeribili, ricchi di antiossidanti, vitamine, minerali. Bisogna anche idratarsi correttamente per favorire i processi di guarigione bevendo acqua, tisane, tè, succhi diluiti.

Quale dieta seguire quando non ci si sente bene

Un’influenza può debilitare parecchio e si può faticare a recuperare le energie soprattutto durante la stagione fredda, quando si prende poco sole e, dunque, si deve attingere alle riserve di vitamina D.

Come accelerare la ripresa dopo un'influenza
I cibi che favoriscono la ripresa Galleriaborghese.it

Possono aiutare brodi e zuppe nella ripresa. Idratano il corpo e forniscono molti nutrienti. Il brodo di pollo è perfetto contro il raffreddore perché aiuta nella decongestione ma anche un brodo di verdure può far sentire meglio. Se si ha poca fame meglio optare per la frutta specialmente quella ricca di vitamina C (kiwi, agrumi) o per le verdure (peperoni se non appesantiscono, insalate a foglia verde) che apportano ferro e vitamine e sono fonti di liquidi.

La fettina di pollo è leggera e ricca di proteine magre. Aiutano anche le uova e i legumi essendo fonte di proteine. Se serve energia non bisogna tralasciare i carboidrati, meglio se integrali. Cereali, patate dolci, quinoa, grano saraceno. I grassi, invece, è bene ridurli dato che allungano la digestione al pari dei fritti e degli zuccheri semplici. Sì, invece, al pesce, alla frutta secca e a fonti di grassi sane.

E se proprio non si dovesse avere fame? Può capitare dopo un’influenza o durante un raffreddore di non aver voglia di mangiare. È il corpo che limita il costo energetico della digestione in favore della guarigione. Non sforzatevi di mangiare ma idratatevi correttamente.

Impostazioni privacy