Non solo lenzuola, pigiami e slip | Secondo gli esperti ecco ogni quanto lavare il reggiseno per non correre rischi

Ti sei mai chiesta qual è il modo giusto per lavare il tuo reggiseno? Ti sveliamo tutti i segreti del caso!

Si parla spesso di come lavare lenzuola, pigiami e altri indumenti ma sai qual è il modo migliore per lavare il reggiseno? Prima di tutto è importante dire che reggiseno è un capo che ha origine molto lontane. Una prima forma di reggiseno è possibile riscontrarlo già nell’antica Grecia e a Roma, più che altro si trattavano di bende o fasce che venivano utilizzate per sostenere il seno.

Reggiseno ogni quanto lavarlo
Come lavare il reggiseno? Galleriaborghese.it

Un cambiamento veramente radicale avviene durante il Rinascimento, con l’uso di busti in ghisa o cuoio che divennero molto popolari. Il reggiseno vero e proprio viene inventato nel 1914. Era una sorta di busto senza schienale e fu ideato dalla stilista Mary Philips Jacobs. In questo modo, le donne erano più libere rispetto al corsetto e negli anni ’20 iniziarono a indossare delle versioni di questo busto più comode e leggere. Sarà poi negli anni ’60 che il reggiseno prenderà l’aspetto che conosciamo due oggi. Ma come va trattato questo capo?

Il lavaggio del reggiseno: come e quando farlo

Mantenere i reggiseni puliti e in buono stato, è essenziale per garantire sia la durata del capo sia anche il nostro benessere quando li indossiamo. Ci sono alcuni reggiseni molto costosi, quindi sarebbe un peccato se si rovinassero con il lavaggio.

Lavaggio reggiseno
Evita di lavare troppo spesso i reggiseni con pizzi e merletti Galleriaborghese.it

Ora ti spieghiamo quali sono le fasi per un lavaggio perfetto.

  • La frequenza del lavaggio: ogni quanto va lavato un reggiseno? Tutto dipende dall’uso che ne fai. Normalmente, i reggiseni che vengono indossati quotidianamente, possono essere lavati ogni 3-4 utilizzi, in media ogni 10 giorni. Se un reggiseno è di quelli particolari che utilizzate solo in occasioni speciali, potete lavarlo anche più raramente.
  • I reggiseni sportivi: se usi i reggiseni sportivi o comunque fai delle attività sportive e fisiche che ti portano a sudare molto, dovresti lavarli dopo ogni utilizzo. In questo caso, i reggiseni raccolgono sudore e batteri quindi è essenziale per la tua igiene e per la durata del reggiseno, che li lavi ogni volta che li togli.
  • Lavaggio a mano o in lavatrice: i reggiseni possono essere lavati sia nella lavatrice che a mano. Ma vediamo come. Se li lavi a mano, è meglio utilizzare dell’acqua fredda o tiepida ed un detergente delicato. Non utilizzare mai acqua calda perché le fibre potrebbero allentarsi. Se scegli invece di utilizzare la lavatrice, usa una borsa per la biancheria in modo tale che il reggiseno sia ben protetto.
  • Asciugatura: nel processo dell’asciugatura non strizzare o torcere mai il reggiseno per eliminare l’acqua in eccesso. Poggialo su un asciugamano o su un ripiano e aspetta che si asciughi da solo. Evita anche l’asciugatrice perché troppo calore potrebbe danneggiare il tuo reggiseno.

Indipendentemente da tutte le accortezze che prenderai per lavare il tuo reggiseno, questi hanno una durata limitata. Solitamente, a seconda dell’uso, possono durare all’incirca un anno. Quando vedi che iniziano a cedere troppo o che diventano scomodi, sostituiscilo.

Impostazioni privacy