Non serve andare in palestra se non hai tempo: esiste l’attività fisica occasionale | Perfetta in ogni momento della giornata

Se non si ha abbastanza tempo, anche la semplice attività fisica occasionale può essere di aiuto per apportare benefici alla salute.

L’attività fisica ha un’importanza notevole per la salute: è, infatti, risaputo che fare movimento regolare aiuti, ad esempio, a mantenere un buon livello di glicemia e colesterolo, a ridurre la pressione arteriosa e a prevenire malattie neoplastiche, metaboliche e cardiovascolari.

attività fisica occasionale
La semplice attività fisica occasionale può far bene alla salute – galleriaborghese.it

Naturalmente, l’attività fisica consente anche di restare in forma, diminuendo il tessuto adiposo che si ha in eccesso, agevolando il bilancio energetico. Si può passeggiare, correre, andare in piscina o andare in bici, ma la maggior parte delle persone va in palestra. Se non hai tempo, però, non serve andare in palestra: esiste, infatti, l’attività fisica occasionale che è perfetta in ogni momento della giornata.

Attività fisica occasionale: di cosa si tratta e come farla

Fare esercizio fisico regolarmente è di fondamentale importanza, ma non sempre è semplice per via di tutti gli impegni che si devono affrontare durante le giornate frenetiche. Esiste, però, la cosiddetta “attività fisica occasionale” che rappresenta, comunque, un aiuto fondamentale.

attività fisica occasionale
Passeggiare ogni giorno può essere un aiuto Galleriaborghese.it

Uno studio – che è stato pubblicato su The Lancet Public Health – ha provato a quantificare i benefici apportati da attività come salire le scale tornando a casa o, semplicemente, passeggiare per andare a fare la spesa invece che prendere l’automobile. La ricerca ha, quindi, confermato che, se praticata con regolarità e a una certa intensità, anche la semplice attività fisica occasionale può far bene alla salute e rappresentare un aiuto da non sottovalutare.

Il team di studiosi dell’Università di Sydney ha preso in esame 25.241 persone, con un’età compresa tra i 42 anni e i 78 anni. Grazie a dei braccialetti smart, hanno analizzato l’attività fisica svolta nel giro di una settimana. Per lo studio sono, però, stati esclusi i soggetti che soffrivano di patologie e, in special modo, di disturbi di tipo cardiaco.

I risultati sono stati sorprendenti, in quanto è emerso che con un’attività fisica occasionale di circa dieci minuti – nel 97% dei casi è questa la sua durata media – sembra siano diminuiti il rischio di patologie cardiovascolari. Naturalmente, è necessario impiegare una certa quantità di energia nello svolgimento di queste attività ma, comunque, pare che tanto basti a far muovere come si deve i muscoli e faticare.

Insomma, sembra che anche i lavori quotidiani da noi svolti – come lavare il pavimento o stendere – se fatto per una certa durata – non meno di dieci minuti – e con una certa intensità e “ritmo” possa aiutarci a stare meglio.

Impostazioni privacy