Non riesci a dormire e ti svegli spesso di notte? Ci sono delle ragioni ben precise

Può capitare di svegliarsi spesso di notte e di non riuscire a dormire. Le ragioni per cui ciò accade possono essere divere: scopriamo insieme quali sono.

Svegliarsi spesso di notte e non riuscire a dormire è una condizione che interessa tantissime persone che può avere diverse cause. A tal proposito, può essere utile sapere quali sono in modo tale da intervenire in maniera efficace e contrastare il problema.

Le ragioni per cui non si riesce a dormire
Non riesci a dormire e ti svegli spesso durante la notte? Ecco quali sono le cause – galleriaborghese.it

Di seguito, andremo ad approfondire la questione soffermandoci su una serie di disturbi che possono aumentare le probabilità di svegliarsi spesso la notte e di non riuscire ad addormentarsi. Grazie a queste informazioni sarà possibile ritrovare il benessere e intervenire in maniera efficace sul problema.

Difficoltà a dormire durante la notte? Ecco le possibili cause

Se non riesci a prendere sonno e ti svegli spesso di notte, le cause potrebbero essere diverse e per questo è fondamentale sapere di quali si tratta. Non tutti sono consapevoli del fatto che esistono disturbi che possono acuire il disagio causando tutte le conseguenze del caso. Nello specifico, ci sono vari problemi di salute che a lungo andare possono compromettere il sonno e causare effetti negativi sia sulla salute fisica che mentale. Tra questi, è da citare il reflusso gastroesofageo che risulta essere un disturbo piuttosto comune.

Non riesci a dormire e ti svegli spesso di notte? Ecco le possibili cause
L’insonnia è un disturbo piuttosto diffuso – galleriaborghese.it

Esso può causare la risalita di acidi dallo stomaco all’esofago. Questo fenomeno, chiaramente, può andare ad influire sulla qualità del sonno causando frequenti risvegli. Non solo, a comprometterlo contribuisce anche l’apnea notturna che difatti provoca continue interruzioni della respirazione causando sensazione di disagio che rende difficile addormentarsi. Occhio anche all’assunzione di alcuni medicinali come gli alfa-bloccanti, i beta-bloccanti e i corticosteroidi che tra le controindicazioni presentano l’insonnia.

In pochi sanno, poi, che la qualità del sonno può essere compromessa dall’ansia e dalla depressione. Pensieri particolarmente negativi minano la capacità di rilassarsi causando difficoltà nell’addormentarsi come anche continui risvegli. Da sottolineare, inoltre, è anche l’importanza di adottare uno stile di vita sano. Ciò significa che è da evitare il consumo di alcol prima di andare a dormire.

Esso infatti può causare eccitazione e irrequietezza rendendo il sonno frammentato. Sempre in riferimento alle abitudini, bisogna evitare di utilizzare dispositivi elettronici prima di andare a letto. Questi finiscono per aumentare i disturbi del sonno in quanto creano una importante stimolazione a livello neurologico che rende più difficile addormentarsi.

In ultima analisi, bisogna prestare attenzione anche all’alimentazione. A tal proposito, può essere utile sapere che si sconsiglia il consumo di caffè e tè prima di coricarsi. La caffeina e la teina in esse contenute, infatti, causano problemi di insonnia piuttosto importanti. Da menzionare sono anche i cibi piccanti che, causando bruciore di stomaco e indigestione, possono disturbare il sonno.

Impostazioni privacy