“Non posso più vivere”: Linda Evangelista, il dramma che l’ha devastata per sempre

Linda Evangelista si confessa e svela il dramma che l’ha devastata e che non le permette più di vivere: cosa ha detto.

La supermodella Linda Evangelista ha finito di nascondersi e ha deciso di rivelare tutto sul dramma che ha vissuto. La 56enne ha rivelato che non più più vivere in questo modo e ha mostrato la sua nuova identità.

linda evangelista dramma
“Non posso più vivere”: Linda Evangelista e la terribile confessione -Foto Ansa-Galleriaborghese.it

Linda Evangelista si lascia andare a una confessione inedita, lontana dai riflettori per tanti anni, ha deciso di ritornare alla grande e mostrare tutto di sé. La supermodella di 56 anni, di origine italiane ma canadese, è tornata a parlare della propria storia. La top model racconta tutto con grande coraggio e spiega perché non si riconosce più e vive questo dramma ogni giorno della sua vita.

Linda Evangelista e il dramma vissuto: arriva la rivelazione dopo tanto tempo

La supermodella ha mostrato il suo vero lato in un’intervista a People in cui ha rivelato il suo dolore non solo fisico ma anche emotivo. Diversi anni fa infatti la star è rimasta vittima di un intervento di CoolSculpting ovvero una procedura per la criolipolisi utile a rimuovere il tessuto adiposo. Questo intervento ha lasciato la donna sfigurata ma anche deforme e solo dopo tanti anni ha avuto la forza di mostrare quello che è realmente successo. Per una modella (e per ogni donna in generale) subire una cosa del genere è un dramma incredibile.

linda evangelista dramma
Il dramma che l’ha devastata -Foto Instagram@lindaevangelsita-Galleriaborghese.it

A settembre Linda Evangelista ha fatto causa alla società che ha brevettato la procedura e ha chiesto 50 milioni di dollari di danni. Ha sostenuto infatti non solo di aver subito un danno fisico, ma di non aver potuto più lavorare e sfilare in passerella perdendo di fatto molti soldi e guadagni. In lacrime a People ha rivelato di avere paura di imbattersi in qualcuno che conosce e che non più vivere così vergognandosi e nascondendosi. “Semplicemente non potrei più vivere con questo dolore. Finalmente sono disposta a parlare”.

Alla rivista l’ex modella ha mostrato il suo corpo sfigurato e ha spiegato che tutto è iniziato a causa del trattamento estetico. Ha svelato che dopo tre mesi dall’intervento ha notato rigonfiamenti su mento cosce e all’altezza del seno e che queste zone diventavano rapidamente più dure fino a diventare insensibili. “Ho cercato di rimediare da sola, pensando di aver fatto qualcosa di sbagliato”, ha spiegato. Ammettendo anche di aver iniziato una dieta e sessioni di esercizi fisici. “Sono arrivata al punto di non mangiare più, e pensavo di perdere la testa“.

Solo a quel punto si è recata dal medico che ha diagnosticato la PAH, iperplasia adiposa paradossale (PAH), un raro effetto collaterale della procedura di CoolSculpting. Colpisce solo l’1% dei pazienti e provoca questa espansione del tessuto adiposo anziché la riduzione. Dopo due interventi di liposuzione la malattia è tornata. “I rigonfiamenti – ha spiegato – sono duri. E se cammino senza guaina quando indosso un vestito, provocano sfregamenti continui e irritazioni che arrivano quasi al punto di sanguinare”.

Impostazioni privacy