Non mettere la pellicola intorno al formaggio: il motivo è inimmaginabile

Il formaggio è un alimento gustoso e delicatissimo. Ma non solo, è anche molto costoso: ecco come preservare gusto e freschezza.

Il formaggio è un alimento molto delicato che rischia facilmente di andare a male, soprattutto se conservato nel modo errato. Molte persone sbagliano, infatti, ad affidarsi alla pellicola di plastica per la sua conservazione in frigo. Questo metodo non solo risulta errato, ma può compromettere le proprietà dell’alimento rendendolo non tanto sicuro per la salute.

Perché non bisogna mettere la pellicola intorno al formaggio
Non mettere la pellicola intorno al formaggio: ecco perché – galleriaborghese.it

Ogni alimento dovrebbe essere conservato nel modo giusto, ciò non solo per evitare sprechi, ma per far sì che il sapore non venga alterato, la freschezza e le proprietà organolettiche completamente modificate. Si tende molto a cercare nuove ricette e sperimentare in cucina per creare sempre più pietanze gustose. Ma si dà lo stesso peso al mantenimento degli alimenti? Gli ingredienti che utilizziamo ogni giorno e che conserviamo in credenza o in frigo sono davvero riposti nel modo giusto?

Senza, quindi, che ci sia il rischio di alterazioni alcune? Secondo alcune stime sembrerebbe che la maggior parte delle persone non abbia abbastanza cura dei cibi e dei metodi migliori per mantenerli freschi, anche una volta usciti dal supermercato. Ciò vuol dire che si rischia di spendere molti soldi, ma di non mangiare bene, a causa di alterazioni degli ingredienti stessi che non sono conservati nel migliore dei modi.

Ecco come conservare il formaggio e perché la pellicola non è una buona idea

Veniamo al dunque, mettere il formaggio nella pellicola di plastica significa impedire al prodotto stesso di arieggiare e si favorisce la proliferazione di batteri e muffe. Ciò a causa dell’ambiente umido che inevitabilmente si viene a creare. Quindi, non bisognerebbe utilizzare la pellicola di plastica per conservare i formaggi, onde evitare di non preservare la freschezza a lungo e ritrovarsi con alimenti contaminati da muffe e batteri appunto

Perché non bisogna mettere la pellicola intorno al formaggio
Formaggio, come conservarlo correttamente – galleriaborghese.it

Il metodo migliore per conservare il formaggio senza sbagliare è quello di affidarsi a contenitori chiusi ad hoc che hanno dei fori proprio per permettere la creazione del giusto microclima utile per far sì che l’alimento si mantenga fresco. Se si vuole optare per altri metodi, meglio prediligere carta per alimenti traspirante, onde evitare il problema della proliferazione di muffe e batteri.

Venendo, poi, alla temperatura bisognerebbe tenere conto che il formaggio va conservato nel cassetto più caldo del frigorifero (4-8 gradi centigradi al massimo) questo perché le alte temperature alterano il gusto dell’alimento. Attenzione, poi, agli altri alimenti. Il formaggio trasferisce facilmente l’odore, meglio che se ne stia “solo soletto” in un posto appositamente pensato del frigo.

Se proprio non si riesce a seguire questi metodi per mancanza di tempo o per dimenticanza, meglio affidarsi al sottovuoto. Un metodo facile che assicura la non contaminazione dell’alimento, a causa dell’assenza di aria. Possibile dividere il formaggio in porzioni in base alle proprie necessità, così da conservare queste ultime in sottovuoto in frigo e aprire e consumare solo il necessario. Questo metodo evita che l’alimento sia esposto eccessivamente ad aria e agenti patogeni.

Impostazioni privacy