Morto Gigi Riva, quando disse no ad una rivale storica: il suo amore per il Cagliari

Il mondo del calcio è in lutto: Gigi Riva è morto. Domenica scorsa aveva accusato un infarto ed è scomparso nelle scorse ore. Un campione che ha legato il suo nome al Cagliari ed alla nazionale italiana.

Il calcio italiano piange la scomparsa del bomber più grande di tutti i tempi: Gigi Riva. L’ex attaccante del Cagliari è deceduto in seguito ad un infarto che lo aveva colpito nei giorni scorsi.

Morto Riva, il suo rifiuto alla Juve
Gigi Riva è morto (LaPresse) – galleriaborghese.it

All’età di 79 anni è morto Gigi Riva, ex attaccante del Cagliari e della nazionale italiana. Una notizia tremenda per tutto il calcio italiano ed il Cagliari in particolare. Riva ha legato la sua carriera proprio alla squadra rossoblu rinunciando in passato ad un trasferimento record per l’epoca in una rivale di sempre. Fece scalpore infatti il suo ‘no’ ad una delle big maggiori del tempo, decidendo di diventare una vera e propria bandiera della squadra sarda.

Morto Gigi Riva, quando il bomber disse di no alla Juventus

Fece scalpore nel 1970, dopo la vittoria dello scudetto con il Cagliari, il suo no alla Juventus che offrì un miliardo di lire per il centravanti dei rossoblu. La società sarda, di fronte ad una proposta shock per l’epoca, era tentata di dare l’ok ma fu lo stesso attaccante a dire di no ed a voler legare il suo nome alla squadra cagliaritana.

Morto Gigi Riva
Gigi Riva è morto (LaPresse) – galleriaborghese.it

Un rifiuto che non fece altro che rendere Riva sempre più una bandiera del Cagliari. Dopo l’esordio con la maglia del Legnano in Serie C, Gigi Riva passò al Cagliari con il quale mise a segno la bellezza di 208 reti. In nazionale arrivò a mettere a segno la bellezza di 35 reti, un record che ancora ora regge, lasciandogli il primato di miglior marcatore della squadra azzurra.

Il suo palmares racconta della vittoria di uno scudetto con il Cagliari nel 1970, l’unico della storia della squadra rossoblu, e del successo nell’europeo del 1968 con la maglia dell’Italia. Due vittorie storiche per entrambe le squadre con Riva che ha preferito legarsi per sempre alla squadra rossoblu invece di puntare a successi più semplici con le big del nostro campionato che l’hanno cercato a lungo.

La notizia della sua scomparsa ha colpito tutto il mondo del calcio che si stringerà alla famiglia di Gigi Riva per ricordare il grande campione di Cagliari e nazionale.

Impostazioni privacy