Pesche, non mangiarle mai così: lo fanno tutti ma è un errore madornale

Non tutti lo sanno, ma c’è un modo molto diffuso ed errato di mangiare le pesche. Ecco perché bisogna prestare attenzione a come si consuma il frutto.

La pesca è uno dei frutti principali della stagione estiva. Ce ne sono di varie tipologie e sono presenti nella maggior parte delle tavole degli italiani. Quello che però quasi tutti non sanno è che ci sono delle regole non scritto su come mangiarle, perché ci potrebbero essere dei problemi sconosciuti.

Mangiare pesche: errore evitare
Fate attenzione a come mangiate le pesche, c’è un errore che tutti commettono – galleriaborghese.it

La frutta è presente tutto l’anno, ma è l’estate la stagione durante la quale la si mangia di più, oltre al fatto che c’è una grande varietà. Insieme all’anguria, alle fragole, all’uva, al melone, alle ciliegie e alle prugne, la regina della tavola è sicuramente la pesca. Uno dei frutti più buoni e gustosi che ci siano.

Nonostante sia tanto popolare, non tutte le persone sanno come mangiarla. Questo perché la buccia del frutto nasconde dei segreti che la maggior parte dei consumatori non conosce. Andiamo ad approfondire meglio e vedere quali sono gli errori da non commettere.

Mangiare le pesche, attenzione alla buccia: ecco cosa sapere

Quando si mangia la pesca, la prima cosa che fanno le persone è quella di prendere un coltello e rimuovere la buccia, così da gustare la polpa fino al nocciolo. È una pratica comunissima, ma è profondamente sbagliata. Eliminare via la buccia è un errore clamoroso che fanno in molti.

Mangiare pesche: benefici
I benefici delle pesche e della loro buccia sono tantissimi – galleriaborghese.it

Rimuovere la parte esterna della pesca e gettarla via è sbagliato perché è proprio lì che sono presenti le sostanze nutritive più preziose. La buccia delle pesche, così come in qualsiasi altro frutto, è ricca di fibre che permettono il corretto transito intestinale e l’evacuazione. Senza contare che contiene polifenoli e sostanze antiossidanti.

Oltre alle sue proprietà lassative e antiossidanti, la pesca garantisce all’organismo anche altri benefici fisici. Per prima cosa previene la disidratazione grazie al suo alto contenuto di acqua. È importante mangiare le pesche anche perché hanno la capacità di ridurre la pressione arteriosa e diminuire i livelli di colesterolo cattivo.

Senza contare il fatto che la pesca è un ottimo alleato per la salute e la protezione degli occhi, diventando una sorta di scudo per la retina dai danneggiamenti delle radiazioni luminose alle quali gli occhi sono sottoposti quotidianamente. Dunque, mangiare le pesche fa bene, mangiarle con la buccia ancora di più.

Impostazioni privacy