Mike Bongiorno ha lasciato un’eredità faraonica: ecco chi si sta godendo i suoi soldi

Una carriera ricca di successo per Mike Bongiorno, venuto a mancare improvvisamente nel settembre  2009: la verità sul suo testamento.

Mike Bongiorno ha scritto pagine leggendarie della televisione italiana, ma è venuto a mancare all’età di 85 anni. Uno dei pionieri del ruolo di conduttore, è stato protagonista con programmi come Flash per la Rai, e Superflash, Pentathlon, Telemike, Bis, La ruota della fortuna per Mediaset. Era ammirato da tutti venendo chiamato perfino “SuperMike” grazie alla sua professionalità davvero unica.

Mike Bongiorno eredità faraonica
Mike Bongiorno eredità faraonica, ecco chi si gode i suoi soldi – Ansa – galleriaborghese.it

La sua scomparsa è avvenuta improvvisamente l’8 settembre 2009 a causa di un infarto. All’epoca si trovava in una suite dell’Hotel Metropole a MonteCarlo: si trovava in vacanza con la moglie Daniela. I due stavano facendo colazione in quella terribile mattina con il presentatore tv intento a commentare gli scatti della nipote nata due giorni prima.

Mike Bongiorno, la verità sul testamento tra denunce e bugie

La sua carriera è stata incredibile partecipando a numerosi format di successo. L’eredità che ha lasciato è importante con ben 15 milioni di euro di obbligazioni della Banca mondiale e della Bei (Banca europea per gli investimenti). I titoli fanno parte di una spa, la Promomedia, che fa da capogruppo di due altre società, come la Filmike Enterprises, controllata al 100%, attiva nel settore delle produzioni cinematografiche, e la Luxfly, partecipata da Promomedia al 49%, che ha come core business il trasporto aereo.

Mike Bongiorno eredità faraonica
Mike Bongiorno eredità faraonica, ecco chi si gode i suoi soldi – Ansa – galleriaborghese.it

All’interno della Filmike Enterprises troviamo sistemata la famiglia del noto presentatore televisivo, con la presenza della moglie Daniela Zuccoli, con il ruolo di presidente, e i figli Michele, Nicolò e Leonardo, tutti consiglieri. La società si occupa di produzioni cinematografiche e televisive con un patrimonio di 2 milioni e 383 mila euro. Per quanto riguarda la srl Luxfly, la società che si occupa di trasporto aereo con il sistema del leasing aveva un bilancio di 920 mila euro il valore complessivo lordo dei beni locati alla data di chiusura dell’esercizio.

Nel 2009 però è venuta a galla anche una denuncia presentata alla questura di Milano da Livio Strazzera, un commercialista tanto amico del celebre presentatore tv. Dopo pochi giorni dal decesso di Mike, lo stesso Livio aveva incontrato la vedova Daniela Zuccoli svelando che lo stesso conduttore gli aveva affidato un testamento.

Secondo la presunta deposizione, alla moglie Daniela Zuccoli spettava il 50 per cento di tutto e ai tre figli Michele, Nicolò e Leo il 50% restante. La donna subito aveva risposto al commercialista affermando che il 28 settembre 2008 il marito aveva depositato un testamento ufficiale presso il notaio Iannello di Milano secondo il quale a lei spettava il 51 per cento delle sue sostanze e ai suoi tre figli il 49 per cento.

Incredibilmente lo studio del commercialista fu svaligiato dai ladri portandosi dietro anche la cassaforte in cui era presente il testamento. Ci fu una lunga ricerca da parte degli investigatori fino a risalire a due truffatori, Pasquale Cianci e Luigi Spezia, che sono ancora in carcere. I due non erano direttamente coinvolti nella situazione del testamento.

Impostazioni privacy