Mihajlovic, annuncio strappalacrime che lascia tutti di sasso

La morte di Sinisa Mihajlovic resta una ferita aperta per la sua famiglia e per molti tifosi: l’ultimo annuncio ha commosso tutti

Nei suoi ultimi anni raccontava di aver vissuto tre vite, Sinisa Mihajlovic. Nell’estate 2019, quando ha scoperto la terribile malattia che poi lo ha portato alla morte, aveva cominciato l’ultima. Leucemia mieloide acuta, la battaglia più grande della sua carriera che ha combattuto con forza e dignità.

Sinisa Mihajlovic retroscena moglie Verissimo
Sinisa Mihajlovic (Ansa) – Galleriaborghese.it

La malattia alla fine lo ha fiaccato ma gli ha anche fatto dimostrare ancora una volta il coraggio che ha sempre portato in campo da calciatore prima e da allenatore poi.Soprattutto quando aveva ritrovato la panchina del suo Bologna tra una chemio e l’altra, circondato dai suoi giocatori, davanti ai suoi tifosi e a quelli avversari che lo celebravano.

Lui era abituato a combattere, lo ha fatto fin da piccolo nell’ex Jugoslavia che si sarebbe avviata negli anni della sua giovinezza a una terribile guerra civile. Lui serbo in mezzo ai serbi, ma anche con parenti croati da parte della madre.

Proprio in quella ex Jugoslavia, Sinisa si è imposto come calciatore, vincendo la Coppa dei Campioni 1990-1991 con la Stella Rossa e con la stessa maglia anche la Coppa Intercontinentale. Nel 1992 la Serie A, con la Roma anche se i primi successi sono arrivati in maglia Samp. E poi ancora lo Scudetto con la Lazio di Cragnotti, più due Supercoppe Italiane, una Supercoppa Europea nel 1999, una Coppa delle Coppe nel 1999 e due Coppa Italia nel 2000 e nel 2004. Infine l’Inter e poi la carriera come allenatore che l’ha portato su più panchine in Serie A.

Mihajlovic, annuncio strappalacrime che lascia tutti senza parole

Ultima tappa a Bologna, dove ha anche scoperto la malattia e si è fatto curare, all’Ospedale Sant’Orsola. Sapeva fin da subito che non sarebbe stato facile e sua moglie Arianna, grande amore della sua vita insieme ai figli, gli è stata sempre accanto.

Fino al 16 dicembre di due anni fa, quando tutti si sono arresi. Ora è stata lei, negli studi di Verissimo, a raccontare per la prima volta quelle ultime settimane di sofferenza. Ha ammesso che sono stati anni pesanti, ma Sinisa la invitava a non mollare come non ha mai fatto lui.

Sinisa Mihajlovic retroscena moglie Verissimo
Arianna Mihajlovixc svela le ultime parole dette al marito (Ansa) – Galleriaborghese.it

Dopo il primo ciclo di cure sembrava tutto rimesso. Poi però è arrivata la nuova mazzata, con una recidiva. Così, un secondo trapianto che non era andato bene e l’ultima speranza, una cura sperimentale a Bergamo. Anche lì, all’inizio Miha aveva reagito bene, fino al crollo che l’ha portato alla morte.

I medici l’hanno chiamata per dirle che non c’erano più speranze. Lei però d’accordo con i figli non gli ha detto nulla, perché la paura di suo marito era lasciarla da sola: “Volevo dargli una speranza. Non volevo che lui la perdesse, perché voleva vivere. Quel giorno gli ho preso la mano e gli ho detto: ‘Non preoccuparti, amore, ci penso io ai ragazzi, vai’, perché lui non voleva andarsene”.  Oggi Arianna vive nel ricordo di Sinisa, circondata dall’affetto dei suoi figli e della nipotina, Violante, che il nonno è riuscito a conoscere e abbracciare.

Impostazioni privacy