Michele Cucuzza, il dramma vissuto dal giornalista: nessuno poteva immaginare cosa nascondeva

Un dramma vissuto in silenzio, ma che ha messo a repentaglio la sua esistenza: ecco cosa è accaduto a Michele Cucuzza.

E’ considerato da sempre uno dei pilastri della Rai: Michele Cucuzza è stato per anni una presenza fissa del Tg 2. Professionale, empatico e sensibile, ha sempre svolto il suo lavoro in maniera impeccabile. Spesso, quando veniamo a conoscenza di persone cosi laboriose, dimentichiamo che siano degli esseri umani anche loro. Infatti il giornalista recentemente ha rivelato di aver vissuto un terribile dramma che gli ha letteralmente cambiato la visione vita.

dramma Michele Cucuzza
Michele Cucuzza, celebre giornalista che ha vissuto un terribile dramma Galleriaborghese.it

La sua carriera è iniziata nel lontano 1973, quando da Catania si è trasferito a Milano per inseguire i sui obiettivi. Intanto ha portato avanti gli studi universitari nel capoluogo lombardo, laureandosi con ottimi voti in Lettere Moderne. Questo titolo di studi gli ha permesso di iscriversi all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, diventando così un professionista nel suo settore.

Ha ottenuto la notorietà di cui gode oggi a partire dagli anni ’80, periodo in cui ha iniziato a lavorare come conduttore del notiziario di Rai 2. Inizialmente aveva il ruolo di inviato speciale, in Italia e all’estero, portando la sua testimonianza al popolo della penisola. Lo abbiamo visto impegnato nei collegamenti direttamente dalla Francia, dalla Polonia, dall’Ungheria, dalla Repubblica Ceca, dall’ Arabia Saudita e dagli Stati Uniti.

La comparsa di una grave malattia debilitante: il dramma di Michele Cucuzza

Ha mantenuto questo incarico per un decennio, diventando così uno dei personaggi televisivi più amati e conosciuti degli ultimi anni. Successivamente è stato il presentatore di alcuni programmi di grande successo, tra cui Unomattina e La vita in diretta, ma da poco è diventato il conduttore del Tg Sicilia, tornando nella sua amata terra natìa. Inoltre lo abbiamo visto come concorrente del Grande Fratello Vip 2020, avendo così la possibilità di mostrare al grande pubblico alcuni aspetti molto personali della sua vita.

Eppure, nonostante la sua carriera ricca di successi e obiettivi, ha dovuto fare i conti con una tragedia che ha affrontato e superato con immenso coraggio, poco prima di partecipare al reality di Mediaset. Cosa gli è accaduto?

dramma Michele Cucuzza
Michele Cucuzza ha affrontato con coraggio la malattia che lo ha colpito – (Instagram @michele_cucuzza) GalleriaBorghese.it

Durante la sua partecipazione al GF, Cucuzza ha voluto tranquillizzare i suoi coinquilini e tutti i suoi fan a casa: ha spiegato che in quel periodo si sentiva bene e che aveva la situazione totalmente sotto controllo, ma non poteva abbassare la guardia, in quanto la malattia dal quale era guarito lo ha fatto spaventare molto. Ha descritto tutti i dettagli e come ha scoperto di soffrirne.

La patologia si è presentata improvvisamente nel 2019: durante l’estate di quell’anno, aveva avvertito un forte bruciore agli occhi, attribuendone la causa all’eccessiva esposizione al sole e all’acqua del mare durante l’arco dell’intera giornata. I bulbi oculari erano completamente arrossati, tanto che l’uomo aveva anche provato ad usare un collirio per migliorare la situazione.

dramma Michele Cucuzza
Michele Cucuzza racconta il dramma vissuto con la sua malattia ANSA FOTO Galleriaborghese.it

Quando ha constatato che la situazione stava solo peggiorando, si è davvero spaventato: “La mattina seguente alla mia giornata al mare avevo gli occhi color brace, tanto che tutte le persone che m’incontravano rimanevano impressionate e mi chiedevano preoccupate che cosa mi fosse accaduto. Dentro di me sentivo che era qualcosa di differente. Avevo la sensazione di non riconoscere più il mio corpo“.

Imminente la corsa in ospedale, dove l’oculista gli ha diagnosticato una congiuntivite intensa. “Ha guardato bene il fondo dell’occhio e non ha trovato particolari patologie. Avevo una congiuntivite estremamente pervicace e mi ha prescritto un collirio contenente il principio attivo idrocortisone sodio fosfato. Ho iniziato a prenderlo quotidianamente e, dopo circa una ventina di giorni, l’occhio ha cominciato a essere meno rosso e poi, finalmente, a sbiancare“, ha raccontato il giornalista. Oggi sembra non aver più avuto nessuna ricaduta, e quell’episodio che lo ha fatto spaventare molto è rimasto solo un lontano ricordo estivo.

Impostazioni privacy