Meteo, incursione polare con neve anche in pianura: ecco dove

Previsioni meteo: in arrivo un cambiamento drastico delle condizioni climatiche che coinvolgeranno diverse regioni con pioggia e neve 

Il periodo dell’Immacolata si è presentato quest’anno ricco di variazioni climatiche significative per molte zone del nostro Paese. Una serie di fenomeni meteorologici che ha influenzato le condizioni climatiche, portando pioggia e neve anche in aree solitamente meno colpite.

In arrivo pioggia e neve su diverse regioni
Previsioni meteo: in arrivo un cambiamento drastico delle condizioni climatiche che coinvolgeranno diverse regioni con pioggia e neve (www.galleriaborghese.it)

L’impatto maggiore si è verificato proprio durante la giornata festiva, con l’arrivo di un nuovo ciclone che ha intensificato le precipitazioni su diverse regioni.

Un drastico cambiamento climatico

Durante il venerdì dell’Immacolata, un nuovo vortice ciclonico ha fatto sentire la sua presenza, portando un brusco cambiamento nel tempo meteorologico. Questo fenomeno è stato particolarmente incisivo nelle regioni del Nordovest, sulla Sardegna e marginalmente sul versante tirrenico. Le prime ore della giornata sono state caratterizzate da una diffusa copertura nuvolosa su diverse zone settentrionali, il versante tirrenico del Centro e le due Isole maggiori.

Neve e pioggia in Italia
Nuovo vortice ciclonico : in arrivo pioggia e neve su diverse regioni (www.galleriaborghesse.it)

Le prime precipitazioni hanno interessato le regioni nord-occidentali, la Sardegna e le coste settentrionali della Toscana. Neve è attesa a quote basse sui rilievi piemontesi e valdostani, con possibilità di estensione anche alle pianure del Piemonte. Durante la giornata, le precipitazioni si sono concentrate poi soprattutto su Ponente ligure, coste toscane, Sardegna e settori sud-occidentali della Sicilia. L’Appennino ligure potrebbe vedere nevicate, anche a quote collinari.

Il maltempo è continuato sia Sabato che nella giornata di oggi  che ha visto il passaggio di un rapido fronte perturbato su alcune regioni, con fenomeni che i modelli matematici non avevano precedentemente previsto in modo così marcato. Sabato aveva fatto ben sperare con maggiore stabilità atmosferica su molte zone, ad eccezione di Sardegna, Sicilia e Calabria meridionale, dove il vortice ciclonico persiste per alcune ore.

Tuttavia il transito di un fronte freddo veloce dal Nord Europa ha portato locali rovesci e nevicate fino a quote basse sulla Lombardia orientale e il Nordest. Successivamente, il peggioramento si estenderà al Centro, con possibili temporali nella mattinata di Domenica.

Nel corso della serata, il fronte raggiungerà il Sud, con il rischio di temporali su Puglia, Basilicata e Calabria. Altre zone vedranno un rinforzo dell’anticiclone, con contributi sia dall’Atlantico sia dall’Africa. Ciò garantirà maggior sole e un aumento delle temperature, soprattutto sul versante tirrenico e sulle due Isole maggiori. Roma potrebbe registrare punte fino a 14-15°C, mentre Palermo e Cagliari potrebbero superare i 18°C.

Dopo aver vissuto un autunno piuttosto mite, insomma, la fine della stagione che porta all’inverno sembra virare verso temperature più rigide e meteo decisamente più instabile. Le lievi perturbazioni, il vento freddo ed il maltempo continueranno infatti a condizionare le prossime giornate senza portare tuttavia a fenomeni temporaleschi intensi.

Impostazioni privacy