Massimo Giletti, la malattia che gli ha causato molteplici ricoveri: drammatico racconto

Il conduttore Massimo Giletti in più occasioni ha avuto modo di parlare del momento complicato vissuto per tutta l’infanzia e l’adolescenza.

“Sono andato a Lourdes per la prima volta quando avevo 10 anni con mia madre e mia nonna. Rimasi subito colpito dal quel luogo”, a parlare così è stato Massimo Giletti in un’intervista di qualche tempo fa. Il conduttore solamente di recente è tornato nel santuario mariano ai piedi dei Pirenei, dopo un lungo periodo d’assenza. Proprio in quegli anni lontani ha iniziato la sua battaglia contro una grave condizione.

Massimo GIletti, il racconto sulla malattia è struggente: "Ricoverato in ospedale"
Il conduttore Massimo Giletti, 61 anni, in passato ha dovuto affrontare non pochi problemi di salute. Ad aiutarlo è stata la fede – galleriaborghese.it (fonte foto Giletti: ANSA)

La fede è stata una vera e propria ancora di salvezza per Giletti in un periodo difficilissimo della sua vita: “Ho iniziato a fare il chierichetto sotto la guida di un sacerdote eccezionale, Don Primo Zanotti. Con la semplicità di un parroco di campagna riusciva a dare consigli veri e mi ha aiutato nei momenti difficili della mia vita, ha spiegato nella chiacchierata ai microfoni del settimanale Maria con te.

Cos’ha avuto Massimo Giletti? Malattia invalidante

Giletti ha affrontato anni durissimi, tra l’infanzia e l’adolescenza. Lo ha raccontato in diverse interviste, entrando nei dettagli delle sue condizioni di salute di allora: “Non è stata un’esperienza facile ma le fatiche di quel periodo mi hanno temprato per il futuro”. Parla della malattia soprattutto in collegamento con la fede, che come da sua stessa ammissione è stata fondamentale per uscirne indenne.

Massimo Giletti si confessa a cuore aperto la sua malattia
Massimo Giletti ha sofferto di una forma grave di scoliosi, fu un periodo complicato per il conduttore – galleriaborghese.it (Fonte foto ANSA)

“Ero affetto da una forma grave di scoliosi e ho dovuto portare corsetti, busti in gesso ed essere ricoverato più volte in ospedale, raccontava qualche tempo fa. Da quando sono iniziati i pellegrinaggi a Lourdes con la madre e la nonna – aveva dieci anni – è ritornato per circa trenta volte, luoghi che per il conduttore hanno un significato profondo: “Lì è la presenza viva della Madonna. […] A Lourdes è tutto più facile, ti conduce in uno stato di immediata serenità”.

Nel corso del tempo si è impegnato in tantissime attività, mettendosi a disposizione per le persone che ne avevano bisogno: “Ho avuto tanti contatti diretti con i malati, lavorando nelle piscine e, per i primi venti anni, andando anche in treno con loro”, come aveva spiegato ai microfoni di Maria con te.

Impostazioni privacy