Mara Venier, la confessione lascia senza parole: “Quando arrivammo a 5 miliardi…”

Mara Venier è un volto iconico della Rai e spesso le sue interviste sono racconti inediti sulla sua vita e sulla carriera.

Anche per quest’anno Mara Venier è stata al timone di Domenica In infatti la conduttrice ha deciso di presentare per un altro anno il programma televisivo. Preziose sono state le sue ultime interviste infatti la conduttrice ha parlato più volte di quelli che sono stati gli episodi salienti della sua vita privata e della sua carriera.

mara venier 5 miliardi
Mara Venier, il retroscena commovente. Foto: Ansa – galleriaborghese.it

Di Mara Venier non ne abbiamo mai abbastanza e quest’anno di conduzione a Domenica In sarà per lei l’ultimo, ma prima ha molto altro ancora da raccontare e svelare: ecco cosa ha detto. La presentatrice ha infatti rivelato che nella sua vita ha pensato prima alla sua famiglia e che quindi vuole dedicare più tempo ai suoi cari, ma ecco cos’altro è emerso.

Mara Venier e le parole che stupiscono: “Quando sono arrivati 5 miliardi”

Tutti sanno che Mara Venier è legatissima alla sua famiglia e proprio per questo ha deciso che questo sarà il suo ultimo anno alla conduzione di Domenica In. Sulla prossima presentatrice del format si è ancora in alto mare, ma nel frattempo la presentatrice ha rilasciato diverse interviste in cui ha raccontato aneddoti particolari della sua vita.

mara venier 5 miliardi
Mara e il racconto da brividi. Foto: Ansa – galleriaborghese.it

Insieme ad altri ospiti è stata la testimonial di Airc per la Rai, nel corso de I Gironi della Ricerca. Al settimanale Mio la donna ha dichiarato: “Nel corso delle mie trasmissioni mi sono occupata tante volte di questi progetti, coinvolgendo i ricercatori stessi. Si tratta di uomini e donne straordinari che fanno un lavoro importantissimo per tutti, non finirò mai di ringraziarli”.

L’impegno di Mara Venier inizia nel 1995 durante la seconda edizione di Domenica In in cui ha creato poi il rapporto con la Fondazione. Questo le ha anche permesso di conoscere anche Umberto Veronesi. “A quei tempi la raccolta fondi aveva un’energia pazzesca, raccogliemmo 4 miliardi e 750 milioni. Se fossimo arrivati a 5 miliardi mi sarei buttata per terra. Dopo un po’ mi chiamò un imprenditore e diede la cifra mancante per arrivare ai 5 miliardi. Inutile dire che mi sono effettivamente buttata per terra“.

Mara ha poi ricordato l’importanza di donare, di quanto questo possa essere fondamentale per la vita delle persone. “Non avrei mai immaginato che in giorno sarei stata in lacrime dal dottor Veronesi perché avevo ricevuto una terribile diagnosi. Mi mandò allo IEO (Istituto Europeo di Oncologia) tutto è andato bene, per fortuna. E’ importante donare, perché ricerca e prevenzione possono salvare una vita“. Questo  ha dichiarato raccontando la sua esperienza personale.

Impostazioni privacy