“Lui a casa sua, io a casa mia”, la confessione a Verissimo spiazza tutti

Silvia Toffanin ha ospiti di ogni volta le confessioni sono sempre insolite e particolari, soprattutto in alcuni casi.

Può capitare, anche alla conduttrice, di essere praticamente sorpresa e senza parole relativamente a quanto narrato proprio dai suoi ospiti in studio. Tratti particolari del carattere, informazioni private, c’è di tutto un po’ nelle puntate e può anche capitare di ascoltare notizie fuori dall’ordinario.

confessione a Verissimo spiazza tutti
Silvia Toffanin, confessione a Verissimo/Foto FB Verissimo (galleriaborghese.it)

Anche in questo caso l’ospite della Toffanin è riuscita a sorpendere tutti con racconti sulla sua vita e sul suo privato molto intensi, con dettagli specifici anche su come passare al meglio la vita e forse qualche consiglio per chi è più giovane.

Silvia Toffanin senza parole dopo le parole di Amanda Lear

In un’ospitata di Amanda Lear a Verissimo sono venute fuori molte confessioni inaspettate. Ai microfoni di Silvia Toffanin infatti ha fatto dichiarazioni interessanti e condiviso gossip sulla sua vita privata. Ha sempre fatto della sua ironia e della capacità di prendere la vita con leggerezza le sue armi vincenti e ha raccontato anche dei suoi incontri con uomini famosi, da Salvador Dalì a David Bowie, non senza confessioni molto intime.

Lui a casa sua, io a casa mia Verissimo
Amanda Lear si confessa/Foto FB Verissimo (galleriaborghese.it)

Le ragazze si lamentano sempre di essere sole. È bello essere sola, ti vesti come vuoi, mangi quello che vuoi…” ha detto, come anche sulla sua contrarietà al matrimonio. Etero, gay o altro non importa, secondo la Lear non è necessario, quando si ama, ufficializzarlo con un anello o una firma. Trovo importante ognuno stia a casa propria. Ci incontriamo quando abbiamo voglia, ci divertiamo, usciamo. Poi lui torna a casa sua e io alla mia. Coabitare, vedere un uomo che si lava i denti al mattino è insopportabile ha rivelato nel salotto di Silvia Toffanin che è rimasta, come molti altri, senza parole.

Io non sto cercando marito, ho 10 gatti che mi amano anche senza trucco. Dopo il teatro però c’è sempre qualche corteggiatore che mi aspetta, questo è carino. Io non soffro la solitudine, non esiste. Ci sono gli amici, il cinema, e poi faccio ciò che voglio da sola. Non c’è nessuno che mi chiede “ti ho chiamato dov’eri?” Che palle!” ha detto in tono ironico.

La questione delle camere separate o delle vite separate ha creato negli ultimi tempi una certa attenzione. Molti sono sorpresi da questa tipologia di dinamiche di vita ma, per molti altri, sono del tutto normali. Non è la prima donna famosa ad affermare questa condizione che trova molto piacevole per avere privacy e anche libertà.

Impostazioni privacy