Lividi che compaiono senza motivo? Potrebbero essere il sintomo di una grave malattia

Bisogna prestare massima attenzione alla comparsa improvvisa di lividi: potresti avere una grave patologia.

Sarà capitato a tutti nella vita di essere colpiti da un oggetto o sbatterci contro sbadatamente, e nei giorni successivi vedere il livido formarsi proprio in quella zona. In altri casi, potrebbero comparire queste macchie scure in un punto qualsiasi del corpo, senza che noi ne ricordiamo la causa. In questa situazione è importante prestare massima attenzione.

Quando i lividi appaiono senza motivo, bisogna prestare attenzione
I lividi che compaiono improvvisamente possono essere segnale di una grave malattia – GalleriaBorghese.it

Cos’è un livido? Si tratta di un versamento di sangue più o meno grande che si raccoglie nella parte più superficiale della pelle. Si manifesta dopo un trauma di lieve entità, andando a danneggiare i piccoli vasi sanguigni più esterni, ma senza causare ferite sulla pelle. Inizialmente, il livido si manifesta come una macchia di colore rosso-violaceo che non scompare alla pressione sulla zona colpita.

Non va confuso con le petecchie, che sono piccoli puntini di sangue sottopelle, o l’ecchimosi, termine spesso usato come sinonimo di livido, ma va ad indicare una piccola infiltrazione di sangue nel tessuto sottocutaneo. Quando invece la raccolta di sangue sottopelle è notevole, associata a rigonfiamento e dolore, parliamo di un vero e proprio ematoma.

Solitamente, questi segni visibili sulla pelle compaiono in seguito ad un urto o lesione, morsi di animali domestici e percosse, in quanto le fibre muscolari e i vasi sanguigni presenti al loro interno vengono schiacciati, facendone riversare il sangue in quella zona. In altri casi però l’assunzione di alcuni farmaci può facilitare la formazione di lividi, in quanto si tratta di medicinali che rendono molto fragili le pareti dei vasi sanguigni o possono andare ad alterare la capacità coagulativa (parliamo di anticoagulanti e alcuni antinfiammatori).

Attenzione ai lividi che si formano senza motivo

Ciò a cui bisogna prestare massima attenzione in concomitanza alla formazione di un livido sono i sintomi ad esso associati. Se oltre al dolore, desquamazione, prurito e fastidio generale, si avvertono sintomi quali dolore alle articolazioni, febbre, mal di pancia, perdita di peso, debolezza, palpitazioni e cefalea, bisogna rivolgersi ad un medico per degli approfondimenti, perché questa sintomatologia potrebbe essere segnale di una patologia ben più grave.

Bisogna prestare attenzione ai sintomi correlati alla formazione del livido
I sintomi che si manifestano insieme alla formazione del livido, possono essere segnale di una grave patologia – GalleriaBorghese.it

La formazione di un livido può essere più probabile in situazioni in cui si riscontrano patologie che riducono il numero di piastrine (HIV, sepsi), cambiano la coagulazione sanguigna (leucemia, lupus eritematoso sistemico, malattie epatiche, carenza vitamina K), aumentano la fragilità delle pareti dei vasi sanguigni (scorbuto), o altre gravi patologie che colpiscono il sistema cardio-circolatorio e alcune malattie infettive. Anche la tipologia di pelle, il suo spessore, la pressione sanguigna e l’età possono essere fattori che facilitano la formazione di lividi.

Nel momento in cui il livido non scompare autonomamente entro 15-20 giorni, è necessario rivolgersi ad un medico soprattutto se persiste il dolore, il formicolio o l’incapacità di muovere un arto. In quel caso, lo specialista potrebbe prescrivere dei test di controllo, come un esame emocromocitometrico completo, uno striscio periferico, un esame della funzionalità tiroidea, epatica e renale ed eventualmente un dosaggio di marcatori tumorali. 

Non esiste una terapia per far passare il livido, in quanto deve seguire un decorso naturale, ma si possono mettere in pratica alcune accortezze per diminuire il dolore e il gonfiore, come applicare un impacco freddo sulla zona, e se la situazione è grave sarà il medico a prescrivere un analgesico o un antinfiammatorio. Invece per prevenirne la formazione e irrobustire le pareti vasali è opportuno seguire un’alimentazione sana, limitare il consumo di sale, bere molta acqua e preferire alimenti ricchi di flavonoidi.

Impostazioni privacy