L’INPS pubblica le graduatorie per la pensione lavori precoci, controlla se ci sei

Pubblicata la graduatoria dell’Inps per la pensione lavori precoci che è attesa dalle tante persone che hanno fatto domanda

I lavoratori precoci, ovvero coloro che hanno accumulato almeno dodici mesi di contributi prima dei 19 anni, possono accedere alla pensione anticipata grazie a specifiche agevolazioni. Dal 2019, per gli uomini il requisito è di 42 anni e 10 mesi di contributi, mentre per le donne è di 41 anni e 10 mesi, a cui si aggiungono tre mesi di “finestra d’attesa”.

pensione lavori precoci graduatoria
La graduatoria della pensione dei lavori precoci viene pubblicata dall’INPS – (galleriaborghese.it)

Tuttavia, grazie a un accordo sindacale, i lavoratori precoci in condizioni particolarmente disagiate possono ritirarsi con 41 anni di contributi, più i tre mesi di attesa. Le persone che ritengono di avere questi requisiti fanno domanda all’Inps e poi attendono la graduatoria.

Pensione lavori precoci, la graduatoria Inps: come viene stilata

L’accesso a questa pensione anticipata è riservato a chi si trova in situazioni specifiche:

1. Disoccupati senza ammortizzatori sociali: persone che hanno perso il lavoro e non percepiscono più alcun sussidio.
2. Condizioni di salute critiche: lavoratori con un’invalidità pari o superiore al 74%.
3. Assistenza a familiari disabili: chi assiste familiari di primo o secondo grado con disabilità grave.
4. Lavori gravosi: lavoratori che svolgono attività fisicamente pesanti, continuativamente per almeno sei anni negli ultimi sette o per sette anni negli ultimi dieci.

Pensione lavori precoci, graduatoria Inps: come viene stilata 
Inps, come fare domanda per la pensione dei lavori precoci – (galleriaborghese.it)

Prendiamo l’esempio di lavoratore che ha presentato la domanda di pensione anticipata per lavoratori precoci ai primi di giugno avendo maturato tutti i requisiti tre mesi prima. Nonostante abbia diritto teorico alla pensione, l’INPS gli ha comunicato che dovrà attendere la graduatoria per ricevere la lettera UNICARPE, che conterrà la decorrenza e l’importo della pensione.

La richiesta del lavoratore è stata inoltrata dopo il termine del 31 marzo, data entro cui ogni anno va presentata la domanda per la certificazione del diritto alla pensione anticipata per lavoratori precoci. Anche se ha i requisiti, deve aspettare l’esito del monitoraggio di fine anno sulle risorse stanziate per la copertura della prestazione.

La graduatoria è necessaria per le domande presentate oltre i termini di legge e viene stilata in base alle risorse finanziarie disponibili. L’INPS elabora tutte le richieste pervenute entro novembre, determinando le priorità in base alla distanza dalla pensione: chi è più vicino al pensionamento ha la precedenza. In caso di parità, conta la data di presentazione della domanda. La risposta finale viene inviata entro il 31 dicembre.

L’INPS invierà la comunicazione UNICARPE con l’esito della domanda e la prima decorrenza utile della pensione una volta completato il monitoraggio delle risorse. Chi presenta la domanda in ritardo, dovrà quindi attendere fino alla fine dell’anno per conoscere la decisione definitiva.

Per i lavoratori precoci che vogliono accedere alla pensione anticipata è essenziale rispettare le scadenze e monitorare costantemente le comunicazioni dell’INPS. In caso di dubbi o per una consulenza personalizzata, può fare la differenza rivolgersi a un patronato o a un consulente previdenziale.

Gestione cookie