Le festività di Natale e Santo Stefano come sono pagate in busta paga e di quanto aumenta

Da sapere: le Le festività di Natale e Santo Stefano come sono remunerate in busta paga, quanto è l’aumento. Tutte le informazioni utili.

Sempre più italiani lavorano nei giorni festivi, anche nel giorno di Santo Stefano e alcuni perfino a Natale. Questo è dovuto a lavori sempre più flessibili che non prevedono il classico schema di cinque giorni lavorativi, da lunedì a venerdì, e soprattutto ai servizi che restano sempre aperti anche durante le feste. Pensiamo alla ristorazione, alle attività legate al divertimento ma anche negozi e supermercati.

natale santo stefano paga
Le festività di Natale e Santo Stefano come sono pagate – Sulmonaoggi.it

Il lavoro nei giorni festivi, come tutti sanno, prevede una maggiorazione della retribuzione ordinaria. Perché si lavora in quelli che solitamente sono giorni di riposo. Proprio per la maggiorazione in busta paga, molte persone scelgono di lavorare nei giorni festivi, anche a Natale.

Qui di seguito, scopriamo quanto si percepisce in più in busta paga lavorando nei giorni festivi di Natale. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Le festività di Natale e Santo Stefano come sono pagate

Coloro che lavorano in un giorno festivo, a Natale o Santo Stefano, rispettivamente il 25 e 26 dicembre, avranno diritto a un aumento nella busta paga del mese di dicembre. Questo vale per chi lavora in un giorno in cui normalmente non lavorerebbe, per la tipologia di attività che svolge e per il contratto di lavoro a cui è legato. Esistono, poi, quei lavoratori che abitualmente lavorano anche nei giorni festivi. In questi casi, i contratti collettivi di lavoro prevedono già un aumento della paga per i giorni festivi. Per tutti gli altri che lavorano in più un giorno festivo sarò corrisposta una maggiorazione a parte, come per gli straordinari.

natale santo stefano paga
Il lavoro nei giorni festivi è pagato di più: ecco di quanto – GalleriaBorghese.it

Le maggiorazioni in busta paga per il lavoro svolto durante un giorno festivo, o in più giorni festivi, sono regolate dai contratti collettivi nazionali di categoria. Solitamente, i contratti collettivi prevedono un aumento in percentuale della paga oraria, per le ore lavorate nei giorni festivi.

Ad esempio, nel settore del commercio, che è quello in cui più frequentemente si lavora anche nei giorni festivi, se non a Natale comunque a Santo Stefano, è previsto un aumento del 30% sulla paga oraria per chi lavora nel giorno festivo.

Va precisato, poi, che chi lavora in un giorno festivo ha diritto al riposo compensativo il giorno seguente. Se invece il lavoratore non avrà la giornata successiva di riposo, allora avrà diritto ad essere pagato per il lavoro straordinario o supplementare in caso di lavoro part-time. Anche il compenso per il lavoro straordinario è stabilito dal contatto collettivo di categoria.

Impostazioni privacy