La crema solare va messa anche se si è abbronzati? Ecco la risposta che non ti aspetti

Si pensa all’abbronzatura erroneamente solo in estate, ma il sole bacia la nostra pelle più o meno delicatamente tutto l’anno: attenzione, infatti, ai danni

Con il mare o la montagna, il giardino o il lago, in estate non si fa altro che pensare al sole, vista la sua presenza non poco invasiva. Di sicuro con l’estate aumenta il caldo proprio con la presenza più invadente dei raggi del sole, i quali si notano di più, avendo effetto sul nostro umore, “sudore” e pelle. 

Protezione solare sempre
Crema solare anche da abbronzati – Galleriaborghese.it

In estate soprattutto bisogna proteggersi dal sole applicando la giusta protezione solare. Al di là del proprio fototipo sarebbe sempre utile iniziare con una protezione alta, 50 almeno appunto, per poter permettere alla pelle di reagire meglio soprattutto durante le prime esposizioni.

La crema va applicata sempre, prima di esporsi, dopo aver fatto il bagno o la doccia, dopo aver sudato o fatto attività fisica, ogni due ore almeno. Non bisogna dimenticare i punti che sembrano nascosti, ma che sono davvero delicati.

Come la punta delle orecchie, anche se si hanno capelli sciolti e lunghi, collo del piede, piegature della pelle, collo, anche dietro. Infine, uno stick labbra con SPF alto, che può prevenire secchezza, herpes labiale da esposizione e non solo.

La crema va applicata anche se si è già abbronzati: ecco perché

Ma che così è l’abbronzatura? La pelle, dopo essere stata esposta ai raggi solari, assume una colorazione più scura. Questo accade perché il nostro organismo – per difendersi – produce melanina, che funge da protezione solare contro i danni UV del sole.

Crema solare contro i danni
Crema solare anche da abbronzati – Galleriaborghese.it

Ovviamente questo solo processo non è totalmente utile allo scopo di evitare danni provocati dal sole. L’esposizione eccessiva può provocare invecchiamento e danni al DNA, comparsa di macchie di neoplasie maligne come il melanoma.

Anche se si  già abbronzati non bisogna credere che non ci si possa ustionare al sole, anzi, è importante continuare ad utilizzare un SPF ad hoc, un fattore che possa contrastare i danni del sole. L’abbronzatura, infatti, non è un segno di salute della pelle, ma di una risposta ad una minaccia. Bisogna mantenere la stessa sempre idratata e applicare costantemente la protezione.

Quest’ultima fa sì che l’abbronzatura duri di più e che sia più omogenea, previene, infatti, gonfiori, eritemi, eczemi e soprattutto che la pelle venga via come una pellicina lasciando il corpo pezzato da parti più scure e parti rosee, quasi come se fossero state scarnificate.