La colazione è il pasto più importante della giornata: incredibile, forse non è vero

Da sempre sentiamo dire che la colazione è il pasto più importante della giornata. Scopriamo cosa dice la scienza al riguardo.

Praticamente da quando nasciamo tutti – genitori, medici e insegnanti – ci ripetono che non dobbiamo mai saltare la colazione perché è il pasto più importante della giornata. Ma è davvero così? In questo articolo vi spieghiamo come stanno realmente le cose.

L'importanza della colazione
La verità sulla colazione: è realmente il pasto più importante della giornata? -galleriaborghese.it

C’è chi la mattina si sveglia super affamato e non vede l’ora di fare colazione e chi, al contrario, riesce a stendo a bere un caffè perché non ha alcun appetito. Eppure chi salta la colazione viene spesso rimproverato e accusato di non avere un’alimentazione corretta.

Già, perché da che mondo è mondo, sentiamo tutti ripetere a pappagallo che la colazione è il pasto più importante della giornata. Talvolta non ci concentriamo nemmeno su come dovrebbe essere composta per essere sana e bilanciata di tutti i nutrienti: l’importante è non saltarla. Ma davvero è così fondamentale mangiare al mattino anche se non si ha fame?

Colazione: ecco la verità

Nutrirsi in modo sano e ben equilibrato è importante per stare in salute e in forma. Da sempre ci sentiamo ripetere che il primo pasto della giornata è il più importante perché ci dà l’energia giusta per affrontare la giornata e perché stimola anche il nostro metabolismo. Ma cosa c’è di vero? Vediamo cosa dice la scienza.

Colazione e marketing
È fondamentale che la colazione sia sana ed equilibrata – galleriaborghese.it

Tutto iniziò in America a seguito della rivoluzione industriale. La maggior parte delle persone passarono da un lavoro faticoso, legato all’agricoltura, ad un lavoro decisamente più leggero. Pertanto, se prima la mattina era necessario mangiare cibi sostanziosi come carne, pane e uova, era diventato preferibile scegliere alimenti più leggeri e più facilmente digeribili.

Uno dei principali membri della chiesa – istituzione determinante ai tempi e fulcro della comunità – nonché nutrizionista ed editore era il signor Kellog, il quale cominciò a promuovere il consumo di cereali e alimenti vegetali al mattino. Nel 1907 il fratello vide l’affare e diede inizio alla produzione dei famosi cereali per la colazione.

Nel 2013 una ricerca ha fatto emergere una verità un po’ scomoda: su 14 studi circa l’alimentazione, ben 13 sono finanziati da Kellog. Va da sé che chi produce cereali per la colazione spinga il più possibile affinché venga continuamente ribadita l’importanza di questo pasto. Insomma, c’è anche molto marketing dietro tutto il peso che viene dato alla colazione.

Secondo la scienza non esiste un pasto più importante di un altro: la cosa fondamentale è assumere tutti i nutrienti necessari nelle giuste quantità e proporzioni e non mangiare né troppo né troppo poco. Se amate fare colazione, dunque, continuate a farla. Mentre se la mattina non avete fame, nessun problema: mangerete a pranzo. Da notare, se amate fare colazione, preoccupatevi sempre che sia sana e completa di carboidrati, proteine, grassi, vitamine e minerali.

Impostazioni privacy