Jasmine Carrisi trova il coraggio di denunciare: il dramma vissuto dalla figlia di Al Bano

Jasmine Carrisi denuncia il dramma che ha vissuto per la prima volta: ecco che cosa è accaduto alla figlia di Al Bano.

La ragazza ripercorre alcuni dei momenti più duri della sua vita e tocca argomenti che purtroppo ancora oggi sono attuali. Il suo è un dramma che accomuna anche altre ragazze come lei: ecco cosa ha denunciato.

jasmine carrisi dramma figlia al bano
Jasmine Carrisi trova il coraggio di denunciare–Foto Instagram@jasminecarrisi-Galleriaborghese.it

Ha poco più di 20 anni Jasmine Carrisi, la figlia di Al Bano e Loredana Lecciso, e nella serie tv I Carrisi, in cui è protagonista, parla di alcuni momenti della sua vita. Alcune delle situazioni che hanno coinvolto la sua giovinezza e che purtroppo ancora oggi riguardano la sua vita. Ecco cosa ha raccontato la 22enne che sogna il mondo dello spettacolo.

Jasmine Carrisi parla per la prima volta di un dramma vissuto: ecco cosa ha svelato

Al settimanale Chi Jasmine ha svelato quello che è accaduto ovvero il dramma che l’ha coinvolta in prima persona fin da piccola. Ha infatti raccontato quello che le è accaduto da ragazzina a scuola, quando è stata vittima di bullismo. “Sono stata derisa e offesa, come tanti”, ha detto la più piccola delle figlie di Al Bano Carrisi. Lei sogna di fare un percorso artistico, proprio come il padre, ma si è già resa conto di tutto quello che potrebbe non andare. Secondo lei infatti le persone ti trattano come tu gli dici di trattarti e quindi il suo messaggio è quello di imporsi e far in modo che gli altri ci rispettino.

jasmine carrisi dramma figlia al bano
Il dramma vissuto dalla figlia di Al Bano-Foto Instagram@jasminecarrisi-Galleriaborghese.it

Ad Alfonso Signorini ha così puntualizzato e ha spiegato che c’è stato un momento in particolare, vissuto alle scuole elementari, in cui ha desiderato di sparire. “Come tanti anch’io sono stata bullizzata, derisa, offesa. Insomma, non è stata una passeggiata fin qui. C’è stato un episodio, alle elementari, dove un compagno mi prese in giro davanti a tutta la scuola – alunni, insegnanti, collaboratori scolastici – per la situazione sentimentale dei miei genitori. Uno shock perché i miei, fino a quel momento, mi avevano sempre tutelata dal gossip che ruotava attorno alla nostra famiglia. Dal nulla iniziai a odiare tutto: la scuola, lo sport, me stessa. Sognavo, a fasi alterne, di sparire”.

E riferendosi a quel periodo duro Jasmine ha detto che ha detestato i genitori in quel periodo, infatti evitava di accendere la tv e passare davanti all’edicole. Non voleva vedere immagini negative della sua famiglia e per questo, pur sapendo che non era colpa dei genitori, provava del risentimento nei loro confronti.

Impostazioni privacy