INPS, 3 nuovi bonus senza limiti di età: migliaia di euro in arrivo per le famiglie

Nuovi bonus in arrivo dall’INPS: tanti soldi per le famiglie e non vi è limite di età. Ecco come poter fare richiesta.

In Italia, come ben si sa, la situazione economica è complessa. La crisi dilaga sempre più e i cittadini maggiormente colpiti sono quelli con il reddito più basso, i quali fanno fatica ad arrivare a fine del mese. Proprio in loro favore lo Stato ha emesso diversi bonus e agevolazioni, così da aiutarli a vivere più serenamente la quotidianità.

Nuovi bonus INPS: scopriamoli
Ecco 3 bonus INPS di cui puoi beneficiare: come presentare domanda – (Foto Editorially Srl) – galleriaborghese.it

Tra i vari aiuti dell’INPS ce ne sono tre che permettono di ottenere una grande quantità di denaro e non presentano limiti d’età. Ma chi può ottenerli? E come presentare domanda? Se questi e tanti altri dubbi ti assalgono sei nel posto giusto. Vediamo insieme tutto quello che c’è  da sapere in merito a tale agevolazione.

Nuovi Bonus INPS: a chi sono rivolti e cosa bisogna fare per richiederli

Il primo aiuto di cui vi parliamo è il Bonus mamma, un’agevolazione destinata alle lavoratrici che permette di ottenere fino a 2.000 euro attraverso i fringe benefit erogati dai datori di lavoro. Secondo le stime questo bonus è attualmente disponibile per 500.000 lavoratrici e consente di ottenere 250 euro in più ogni mese.

Bonus INPS di cui puoi beneficiare: ecco di cosa si tratta
INPS emette nuovi bonus: ecco come puoi presentare richiesta – (Foto Canva) – galleriaborghese.it

Disponibile per le lavoratrici madri di almeno due figli, potrà essere usufruito fino al compimento del decimo anno del figlio più piccolo per chi ne ha due, oppure del diciottesimo anno di quello minore per chi ne ha tre o più. Per ottenerlo basta presentare l’autodichiarazione al datore di lavoro tramite il sito dell’INPS.

Il secondo aiuto è invece il Bonus Meloni che consente una riduzione dei contributi previdenziali a carico dei lavoratori e di conseguenza aumenta la quota netta percepita in busta paga. La percentuale di guadagno dipende dal reddito:

  • 7% per retribuzioni mensili imponibili per un massimo di 1.923 euro ma è esclusa la tredicesima
  • 6% per retribuzioni mensili imponibili per un massimo di 2.692 euro ma è esclusa la tredicesima

Infine con l’applicazione della Legge di Bilancio 2024 è stata aumentata la soglia di esenzione fiscale per i fringe benefit. La soglia di Esenzione è passata da 1.000 a 2.000 euro per lavoratori con figli, ma questo tipo di aiuto è a totale discrezione del datore di lavoro, il quale deciderà autonomamente se concedere o meno i benefici al dipendente.

Il beneficio principale dei fringe benefit è che non fanno reddito, dunque si tratta di somme di denaro che non possono essere tassate. Questi possono includere somme erogate o rimborsate per utenze domestiche quali gas, luce, acqua ed anche affitto della prima casa. Esattamente come per il Bonus Mamma è possibile richiedere quello Meloni e Fringe Benefit tramite il portale dell’INPS.

Impostazioni privacy