Infortunio gravissimo, partita immediatamente sospesa

Impossibile andare avanti dopo quello che è capitato in campo: la partita è stata sospesa immediatamente. Ecco quello che succederà adesso

I referti settimanali degli arbitri nelle categorie minori e nei campionati giovanili lo dimostrano, le decisioni del Giudice Sportivo pure. Il fair play in campo non è sempre una scienza esatta. Ma quello che è successo nell’ultimo turno, con la partita sospesa immediatamente per un infortunio gravissimo ha lasciato il segno.

Grave infortunio in campo partita sospesa
Grave infortunio in campo e partita sospesa (Ansa) – Galleriaborghese.it

Tutto è successo nel campionato Under 19 B regionale del Lazio. Ad Alatri, in provincia di Frosinone, era in programma Polisportiva Tecchiena-Ferentino. In pratica, quasi un derby perché i due paesi sono separati da una decina di chilometri e quindi la rivalità è anche molto forte. Una stagione diversa fino ad oggi per le due squadre: i padroni di casa viaggiano tranquilli a metà classifica mentre gli ospiti sono nelle zone basse.

Al 33′ del primo tempo, con gli ospiti in vantaggio 1-0, la partita però ha subito una svolta improvvisa ed è anche finita in anticipo. Uno dei giocatori di casa è stato protagonista di un infortunio molto serio e a tutti fin da subito è apparso che le sue condizioni richiedevano l’arrivo dell’ambulanza. In queste categorie e su questi campi non è prevista la sua presenza all’interno dell’impianto e per questo l’attesa prima del suo arrivo è stata lunga.

Infortunio gravissimo e partita sospesa: il Giudice Sportivo ha deciso cosa fare

Ben quaranta minuti, come si legge sul referto che ha compilato l’arbitro a fine giornata. Un tempo lunghissimo nel quale i suoi compagni di squadra, ma anche gli avversari, rimasti impressionati dall’infortunio non hanno voluto proseguire.

Ambulanza in campo partita calcio giovanile sospesa
Ambulanza in campo, impossibile andare avanti (Ansa, foto repertorio) – Galleriaborghese.it

Quando i soccorsi hanno lasciato il terreno di gioco, quindi, il direttore di gara ha convocato i due capitani per capire quali fossero le loro intenzioni. Sembrava chiaro a tutti che non ci fossero le condizioni ideali per proseguire e in effetti è stato così. Lo choc per quello che avevano visto ha consigliato entrambe le squadre a chiuderla lì.

Il Giudice Sportivo ha preso atto del referto dell’arbitro e ha disposto allo stesso modo la prosecuzione della gara dal minuto della sospensione in poi, come prevede il regolamento federale. “Per le gare interrotte in conseguenza di fatti o situazioni che non comportano l’irrogazione delle sanzioni di cui all’art. 17 del Codice di Giustizia Sportiva deve essere disposta, in altra data, la prosecuzione, dei soli minuti non giocati. La quantificazione dei minuti non giocati è determinata, con decisione inappellabile, dal direttore di gara”.

Impostazioni privacy