In Italia è boom di casi di diabete, solo in questo modo è possibile salvarsi

Aumentano i casi di diabete in Italia: sempre più persone soffrono di questa malattia, da oggi curabile in questo modo.

Sempre più persone nel nostro Paese soffrono di diabete, una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di alti livelli di glucosio nel sangue e dovuta ad una disfunzionalità dell’insulina. È proprio questo l’ormone prodotto nel pancreas che nei malati di diabete non riesce a funzionare bene facendo accumulare glucosio nel circolo sanguigno.

Misurazione insulina nel sangue
Aumentano i casi di diabete in Italia: ecco come salvarsi – galleriaborghese.it

La malattia diabetica è divisa in due gradi: quello di tipo 1, che solitamente insorge nell’infanzia e nell’adolescenza ed è classificato tra le malattie autoimmuni; e il diabete di tipo 2, forma più grave che rappresenta circa il 90% dei casi della malattia e che si solito si manifesta dopo i 30 o i 40 anni.

Diabete: sintomi, complicanze e stile di vita

I sintomi del diabete si diversificano a seconda della tipologia di malattia stessa. Nel diabete di tipo 1 di solito si assiste a un esordio acuto, spesso in relazione ad un episodio febbrile, con sete, aumentata quantità di urine, sensazione si stanchezza, perdita di peso, pelle secca, aumentata frequenza di infezioni. Nel diabete tipo 2, invece, la sintomatologia è più sfumata e solitamente non consente una diagnosi rapida, per cui spesso la glicemia è elevata ma senza i segni clinici del diabete tipo 1.

Misurazione insulina nel sangue
Diabete, cosa bisogna sapere – galleriaborghese.it

Ovviamente sia il diabete di tipo 1 che di tipo 2 possono portare a complicanze più o meno gravi. Tra queste ci sono il coma chetoacidosico, dovuto ad accumulo di prodotti del metabolismo alterato; i chetoni, che causano perdita di coscienza, disidratazione e gravi alterazioni ematiche; la retinopatia o nefropatia diabetica e le malattie cardiovascolari.

Una delle conseguenze più conosciute della malattia è il piede diabetico che può portare ad ulcerazioni e all’amputazione. Le complicanze croniche del diabete possono essere prevenute o rallentate tenendo sotto controllo tutti i fattori di rischio. I malati devono seguire uno stile di vita adeguato che passa da una corretta dieta, all’astensione dal fumo ad una buona attività fisica.

Combattere la malattia: l’importanza dei centri antidiabete

Il diabete è una malattia così diffusa nel nostro Paese che solo in Campania ne è affetto il 7% della popolazione. Per questo motivo che nel 2023 la Regione ha individuato, per il territorio dell’Asl Napoli 3 Sud, sei centri diabetologici territoriali pubblici. La struttura di Boscotrecase serve una popolazione di 90mila utenti.

Misurazione insulina nel sangue
Perché i centri diabetologici sono importanti – galleriaborghese.it

Presso i centri operano e lavorano diabetologi, nefrologo, oculista, cardiologo e neurologo oltre che un personale infermieristico che cura e assiste i pazienti a 360 gradi. Adesso l’obiettivo per la Regione Campania è quello di creare centri di secondo livello, ovvero i centri antidiabete.

I centri antidiabete possono veramente salvare la vita dal momento che non solo si abbattono le liste di attesa per i pazienti ma si potrà dare anche una svolta definitiva alla battaglia contro questa malattia. Più in fretta si scopre quest’ultima e più in fretta si possono evitare conseguenze estreme come le amputazioni o altre complicanze.

Impostazioni privacy