Il salto in classifica ATP è da capogiro: Sinner ora sogna davvero

Jannik Sinner vola nel ranking ATP dopo lo straordinario trionfo agli Australian Open: adesso si può davvero sognare

Quello che poteva sembrare solo pochi mesi fa il più folle dei sogni, adesso è una dolce realtà. Se avessero detto, anche a un tifoso ottimista, che quel ragazzo, solo lo scorso settembre inondato da critiche velenosissime per aver rinunciato alla Davis, avrebbe poi vinto proprio l’Insalatiera e successivamente anche gli Australian Open, chiunque avrebbe risposto con una risata.

Sinner classifica ATP distanza primo posto
Classifica ATP, balzo in avanti di Sinner (Ansa) – Galleriaborghese.it

La crescita di Jannik Sinner è stata sconvolgente e improvvisa, ammettiamolo. Ma adesso nessun limite sembra abbastanza in alto da non poter essere raggiunto. Nemmeno quello della vetta della classifica ATP, fino a poche settimane fa un autentico miraggio.

Il paradosso è che, nonostante abbia vinto un torneo dello Slam, il primo della sua carriera, Sinner non ha guadagnato nemmeno una posizione in classifica. Quarto era prima di Melbourne, quarto è rimasto al termine del torneo anche a causa soprattutto dell’ottimo cammino di Medvedev e Alcaraz che, come lui, avevano poco o nulla da difendere in questa edizione dell’Happy Slam.

Eppure il quarto posto di adesso ha un sapore completamente diverso. La sensazione, mai come in questo momento, è che il podio sia solo questione di tempo. Dovesse continuare a fare così bene sul cemento, già nei prossimi mesi il numero uno azzurro potrebbe quanto meno superare uno tra il russo e lo spagnolo. Ma a questo punto, le ambizioni potrebbero diventare ancora più elevate, perché mai come in questo momento anche la prima posizione in classifica, ancora occupata da Djokovic, appare tutto meno che irraggiungibile.

Sinner vola anche nel ranking ATP: adesso il sogno può diventare realtà

A livello di classifica, è fuor di dubbio che la vittoria più importante di Jannik in questi Australian Open sia stata quella in semifinale con Djokovic. In un colpo solo in quel momento ha infatti guadagnato 1300 punti, togliendone contestualmente 1200 al fuoriclasse serbo.

In altre parole, con quella vittoria Sinner è riuscito in un colpo solo a rendere più ‘umano’ il totale di punti del 24 volte campione Slam che può essere già sorpassato da Alcaraz nelle prossime settimane, qualora lo spagnolo dovesse ritrovare la sua condizione migliore.

Sinner posizione ranking Atp dopo Australian Open
Sinner vola in classifica ATP, nessun traguardo è precluso (Ansa) – Galleriaborghese.it

Più che da Carlitos o da Medvedev, in questo momento per Nole farebbe bene però a guardarsi proprio da Sinner. Con il trionfo in Australia il tennista azzurro si è infatti portato a soli 455 punti dal russo, pronto a conquistare un posto sul podio nel giro di qualche settimana.

Attenzione comunque ai tanti punti che Jannik dovrà difendere tra Rotterdam, Indian Wells e Miami. Dovesse uscire indenne, Sinner potrà contare almeno su una stagione sul rosso con tanto da guadagnare e poco da perdere. Dovesse quindi dimostrare grandi miglioramenti anche sulla superficie meno preferita, il primo posto non sarebbe più fuori portata.

Per ora tra lui e il serbo rimane una distanza importante, di oltre 1500 punti. Ma dopo aver compiuto la più grande delle imprese, nulla adesso sembra impossibile per l’altoatesino. Nemmeno issarsi su vette che mai nessun italiano è riuscito ad avvicinare.

Impostazioni privacy