Il pisolino dopo pranzo è una buona idea? Una nuova ricerca ribalta una convinzione popolarissima

Sono tantissimi coloro che dopo pranzo optano per un pisolino rigenerante. L’ultima ricerca però ha ribaltato la convinzione popolare.

Dormire dopo pranzo è un’abitudine diffusa in tutto il mondo. Sono tantissimi i cittadini che dopo una mangiata abbondante decidono di chiudere per un po’ gli occhi con l’obiettivo di svegliarsi con più forze di prima. Eppure l’ultima ricerca è riuscita a ribaltare tutte le convinzioni popolari, andiamo quindi a vedere cos’è stato scoperto.

pisolino dopo pranzo si o no
Il pisolino dopo pranzo è davvero una buona idea? – galleriaborghese.it

Una delle abitudini più comuni nel mondo è quella di passare dal divano alla sedia per schiacciare un pisolino subito dopo pranzo. Una scelta che spesso può farci sentire in colpa per la poco produttività. Fortunatamente però questo non deve essere assolutamente un problema ed a svelarlo ci ha pensato la General Psychiatry, secondo il quale il riposino pomeridiano sarebbe associato ad un miglioramento anche dell’agilità mentale, della consapevolezza nostra nello spazio, fino ad arrivare alla fluenza verbale ed alla memoria operativa.

Esiste anche un trucco che ci permette di effettuare al meglio questo pisolino. Lo studio della General Psychiatry è stato svolto su un campione di ben duemila cittadini cinesi over 60. In seguito allo studio è stato possibile rilevare performance cognitive “notevolmente superiori” in coloro che riposavano regolarmente, rispetto a chi dormiva solamente di notte. Stando alla parola degli esperti un riposino post pranzo può aiutare anche a recuperare da una notte insonne. Ovviamente anche in questo studio ci sono delle raccomandazioni, andiamo a vedere di cosa si tratta.

Il pisolino dopo pranzo fa bene alla salute: lo studio

Secondo la General Psychiatry un riposino post pranzo farebbe bene alla salute, ovviamente però non si deve esagerare. Infatti sempre secondo il gruppo di ricerca i pisolini lunghi e molto frequenti sono stati associati a scarse funzioni cognitive. Al contrario riposini brevi e frequenti potrebbero ridurre dell’84% il rischio di contrarre l’Alzheimer con l’avanzare dell’età. Inoltre un altro effetto benefico riguarderebbe il livello di trigliceridi nel sangue. Stiamo parlando di quei grassi maggiormente presenti nel nostro corpo.

Pisolino dopo pranzo studio
Le risposte dell’ultimo studio – GalleriaBorghese.it

Tutti gli ultrasessantenni che schiacciavano regolarmente un pisolino avevano un livello notevolmente più alto di trigliceridi. La scoperta andrebbe a complementare i risultati di altri studi secondo i quali il riposino rientrerebbe nei fattori di rischio di malattie cardiovascolari. Secondo gli autori della ricerca questo aumento dei trigliceridi è dovuto al fatto che chi riesce a fare più pisolini ha un tipo di vita maggiormente sedentario.

In attesa di ulteriori studi pronti a chiarire una volta e per tutte se la siesta faccia bene o meno al nostro corpo ed al suo benessere psicofisico, si cercherà di approfondire la correlazione tra il riposino ed i miglioramenti cognitivi. Infatti come sempre per ora il consiglio è quello di non esagerare, optando per un pisolino di mezz’ora che senza ombra di dubbio ti permette di recuperare le forze senza però influenzare il ciclo del sonno serale.

Impostazioni privacy