Ho superato i 45 anni, devo mettere gli occhiali da lettura? Ecco quando è bene metterli da subito

Hai superato i 45 anni? Scopri se è il momento giusto per mettere gli occhiali da lettura e quando sono davvero indicati.

Superati i 45 anni capita spesso di chiedersi se sia arrivato il momento giusto per iniziare a far uso degli occhiali da lettura. Capita infatti che amici e parenti della stessa età inizino ad usarli e che davanti ad un po’ di stanchezza visiva ci si senta incentivati a fare lo stesso.

quando è bene mettere gli occhiali da lettura
Quando è bene iniziare ad usare gli occhiali da lettura – galleriaborghese.it

La verità, però, è che gli occhiali da lettura non sono sempre la risposta giusta. Anzi, è bene conoscere alcuni particolari prima di decidere se portarli o meno. E, cosa più importante tra tutte, non ha senso farlo se si legge ancora bene e non si hanno problemi di vista. Sebbene nella maggior parte dei casi, i 45 anni siano l’età in cui si inizia a portarli, non è detto che ciò valga anche per te.

Quando e come portare gli occhiali da lettura

Capire se si ha o meno bisogno dell’uso degli occhiali da lettura non è difficile. Per farlo basta effettuare alcune prove visive al fine di comprendere se e quanto si vede effettivamente. Se, per esempio, fai fatica a leggere le etichette o ti serve mettere spesso a fuoco oggetti o scritte vicine, forse hai davvero bisogno degli occhiali da lettura.

quando è bene mettere gli occhiali da lettura
È arrivato il momento di mettere gli occhiali? Ecco come capirlo – galleriaborghese.it

Una volta appurato quello puoi effettuare una normale visita dal tuo ottico di fiducia al fine di capire quanti sono i gradi che ti mancano. Fatto ciò puoi valutare se usare i classici occhiali da lettura premontati o se optare per delle lenti su misura. Per quanto riguarda le seconde, le indicazioni sono quelle di portarle sempre o, come da suggerimento dell’oculista oppure dell’ottico, è bene sapere che le stesse regole non valgono per gli occhiali da lettura.

Questi, infatti, si chiamano così proprio perché utili per quando si legge in quanto indicati per chi soffre di presbiopia semplice. In altre parole è sconsigliato metterli se si compiono più attività contemporaneamente o se mentre si legge si guarda anche la tv o si rivolge più di uno sguardo al cellulare. Questi si possono usare, quindi, per la lettura prima di andare a dormire o quando si ha la certezza di concentrarsi solo su una cosa per volta e di non cambiare spesso profondità di visione.

Al contrario, infatti, sono sconsigliati. Agendo in questo modo, potrai tornare ad avere confidenza con i tuoi occhi e sentire maggior sicurezza quando leggi, soprattutto se renderai il tutto più interessante scegliendo la montatura giusta e vivendo questo cambiamento con leggerezza.

Impostazioni privacy