Guai per una Big del campionato italiano, è ufficiale: più di 1 anno di stop

La rincorsa al primo posto rischia di complicarsi ulteriormente per una Big del campionato: dovrà stare fuori a lungo

Sognano di diventare i nuovi Mbappé, Haaland o Bellingham ma in pochi arrivano a quei livelli. E così in Italia come in Spagna, in Gran Bretagna come in Francia sono i campionati dilettantistici il vero sale del calcio. Ma ora una Big è nei guai per un fatto inatteso che comporterà un lungo stop senza appello.

Dirigente Terza Categoria squalifica inibizione
Calcio italiano sotto choc, episodio gravissimo (Ansa) – Galleriaborghese.it

Il problema di fondo è legato ad una diversa organizzazione e a bilanci che comportano scelte diametralmente opposte. Così capita che in inverno negli impianti di città medio-piccole o di paesi che coltivano la passione per il calcio con mezzi limitati ci si arrenda al meteo.

Lo sanno bene, ad esempio, in Campania perché nell’ultimo turno di campionato, per motivi legati alle condizioni atmosferiche avverse, sono state rinviate diverse gare. Andando in ordine d’importanza per campionato, Sapri – Sant’Antonio Abate di Eccellenza e FC Marigliano – Terzigno di Promozione. Ma anche Clausus Jani – Invisibili Bisaccia, Real Banzano – San Giorgio, Real Carbonara – Santa Lucia di Serino e Real Serino – Etoile Montoro di Seconda Categoria.

Infine in Terza Categoria pure Nova Spes – Montefredane, così come Peluso Academy-Sol Sports Club. E proprio qui è successo il fattaccio che potrebbe cambiare il futuro della società, costretta a dover correre ai ripari.

Guai per una Big del campionato, mano pesante del Giudice Sportivo: decisione inappellabile

La gara era in programma nel girone che comprende le squadre della provincia di Avellino e almeno sulla carta sembrava facile. La Peluso Academy fino ad oggi ha perso 12 volte su 12 mentre la Sol Sports Club viaggia al terzo posto in classifica, anche se attardata dalla testa.

Poco prima del via però l’arbitro dopo aver fatto la classica ispezione al campo ha giudicato che non ci fossero le condizioni adatte per far iniziare la gara. Campo impraticabile, a suo insindacabile giudizio, e quindi tutti a casa.

Pesante squalifica  verdetto Terza Categoria
Pesante squalifica, il verdetto è appena arrivata (Ansa) – Galleriaborghese.it

Solo che questa decisione non è piaciuta ad un dirigente della squadra ospite che evidentemente avrebbe voluto giocare lo stesso. Così si è scagliato in maniera decisa contro l’arbitro ricoprendolo di insulti. E solo l’intervento di altri tesserati della Sol Sports Club ha evitato che i due potessero entrare a contatto. Il guaio peggiore è che su questo dirigente pendeva già un provvedimento di inibizione fino al 31 dicembre 2024.

Tutto scritto sul provvedimento del Giudice Sportivo che ha deliberato in base al referto del direttore di gara: “Successivamente, mentre l’arbitro si dirigeva nel proprio spogliatoio, dopo averlo nuovamente minacciato e offeso, tentava altresì di aggredirlo senza riuscirvi per l’intervento di tesserati della squadra ospitata. Per tale motivo, il Giudice sportivo territoriale, ha inibito il suddetto dirigente fino al 30 giugno 2025”.

Quindi squalifica allungata di altri sei mesi per il dirigente intemperante. In più multa di 150 euro alla società, ritenuta responsabile di aver permesso ad un tesserato che non doveva essere lì di minacciare e tentare di aggredire il direttore di gara.

Impostazioni privacy