Geolier, spunta solo ora tutta la verità sull’addio precoce: coinvolto il padre

Dopo il successo di Geolier, tutti cantano le canzoni del rapper ma sai cosa faceva da piccolo? Scopriamo insieme a cosa ha dovuto dire addio.

Sanremo ha fatto conoscere Geolier a milioni di italiani. Il rapper, il cui ultimo album ‘Il coraggio dei bambini‘ è stato il più venduto nel 2023, è molto apprezzato in tutte le regioni d’Italia, da Nord a Sud. In tanti cantano il suo brano ‘I p’me, tu p’ te‘ e sui social sono nate diverse versioni: dall’inglese allo spagnolo. La forza del rapper è stata quella di aver portato un brano interamente in lingua napoletana sul palco dell’Ariston arrivando al secondo posto. Una scommessa vinta da Amadeus che ha cambiato il regolamento per il cantante partenopeo.

Geolier e la confessione sulla sua infanzia
Geolier a Sanremo (Galleriaborghese.it)

Il pubblico, con il 60% delle preferenze, ha votato per Geolier il cui vero nome è Emanuele Palumbo. Nella serata delle cover ha portato la sua città a Sanremo con un medley in compagnia di Guè, Luchè e Gigi D’Alessio. Ma chi è Geolier? Nato nel 2001 a Secondigliano, quartiere di Napoli, quando ha 12 anni inizia ad avvicinarsi alla musica rap e a scrivere barra nella sua stanzetta. Oggi è uno dei cantanti più apprezzati e amati e i suoi brani sono ascoltati da milioni di persone.

Geolier e il retroscena sulla sua infanzia

Per quanto riguarda la sua vita privata, Geolier è legato sentimentalmente da tre anni con un’influencer che si chiama Valeria. Il cantante ama molto la sua famiglia e ai suoi genitori ha dedicato alcune canzoni come ‘Ricchezza‘ e ‘Mammà. Sono loro i primi ad aver creduto nel suo talento e a spingerlo a fare ciò che ama.

Geolier e la confessione sulla sua infanzia
Geolier a Sanremo, secondo classificato – Foto Ansa- Galleriaborghese.it

In un’intervista rilasciata al settimanale DiPiùtv, Geolier ha confessato che ha iniziato a lavorare da molto piccolo per essere indipendente e portare qualche soldo a casa. Suo padre lavorava in un’azienda che produceva lampadari e Geolier ha lasciato la scuola per andare in fabbrica. “A sette anni già davo una mano a casa, montando viti e bulloni“. Poi è arrivato l’addio agli studi: “Ho deciso di lasciare la scuola per sempre e iniziare a lavorare, per mettermi qualcosa da parte“.

Ascoltando 50 cent, si è appassionato alla musica e ha capito che la sua strada era questa. Ha iniziato a caricare dei video dei suoi brani su youtube e in pochi anni è diventato virale. Anche le case discografiche si sono accorte di lui e ora, come spiegato dal rapper, guadagna soldi per la sua famiglia perché la vera ricchezza sono i valori che gli hanno insegnato.

Impostazioni privacy