Gelato artigianale: non farti più fregare, con questo trucco riconosci quelli buoni ed eviti le porcherie

Riusciresti a distinguere il gelato artigianale da quello confezionato? Con questi consigli non ci saranno più segreti per te.

Il gelato per gli italiani è una vera e propria tradizione. Non si tratta soltanto di un dessert o una merenda per spezzare la fame del pomeriggio e la calura estiva, ma una ricetta che è parte integrante della nostra cultura e della nostra tradizione culinaria e di pasticceria. I maestri gelatai nostrani, non a caso, sono tra i migliori al mondo e molto spesso noi italiani ci vantiamo di avere un palato più sopraffino rispetto ad altri. Ma siamo sicuri che riusciremmo davvero a fare una distinzione e comprendere quale sia davvero di qualità?

come distinguere il gelato artigianale da quello confezionato
Il gelato non avrà più segreti – galleriaborghese.it

Ad esempio: in teoria è evidente quanto il gelato artigianale e quello confezionato siano molto diversi tra di loro, sia per quanto riguarda la qualità e la realizzazione, sia, poi, per il gusto finale. Ma siamo certi di saperli davvero distinguere a colpo d’occhio senza farci fregare? Con questi consigli il gelato per voi non avrà più segreti. 

Trucchi e consigli per distinguere il gelato artigianale da quello confezionato

I gelati artigianali e quelli confezionati sono diversi per tantissime ragioni, a partire ovviamente dalla qualità del prodotto finale, che ha un certo distacco per quanto riguarda sapore, colore, odore e bontà. Dietro la preparazione del gelato artigianale spesso non c’è un’industria che produce e confeziona prodotti in massa e in velocità, ma mani sapienti ed esperte, piccole aziende di produzione con un po’ più di cuore.

come distinguere il gelato artigianale da quello confezionato
Come distinguere il gelato artigianale da quello confezionato: attenzione ai dettagli – galleriaborghese.it

Questo non vuol dire che i gelati confezionati siano per forza da condannare, ma allo stesso tempo il gelato artigianale è sicuramente qualitativamente migliore e adatto a chi vuole farsi del bene e ci tiene alla propria salute e qualità di vita. Non soltanto al gusto, ma anche alla vista si possono distinguere i due prodotti a colpo d’occhio, basta conoscere alcune curiosità e segreti per non farsi mai ingannare.

Ad esempio, il gelato fatto a mano, con l’abilità dell’artigianato, non potrebbe mai essere perfetto. Imperfezioni, piccoli “difetti”, bucce di frutta e pezzettini più grandi e di dimensioni diverse, sono tutti sinonimo di artigianalità e di qualità. Allo stesso tempo colori troppo accesi, fluo, molto vivaci sono al contrario sinonimo di prodotto non troppo naturale, in cui sono eventualmente presenti coloranti e additivi. Attenzione a quello che mangiate!

Impostazioni privacy