Gas e luce: ora puoi risparmiare davvero tanto | Fai subito così, guida pratica

Temi che la prossima bolletta di gas e luce sarà salata? Ora puoi risparmiare notevolmente grazie a questa guida semplice e pratica.

I rincari energetici sono diventati un vero e proprio martello penumatico che continua a sobbalzare nei nostri pensieri quotidiani. Purtroppo chi deve occuparsi delle bollette sa bene quanto sia temuto l’arrivo di una nuova fattura energetica.

Risparmiare su gas e luce
È possibile risparmiare sulle bollette di gas e luce: basta seguire questa guida – galleriaborghese.it

Oltre al costo mensile della bolletta, si teme sempre un aumento degli importi sulle materie prime e sulla gestione dei dispostivi. Ma se temi di spendere troppo per gas e luce, allora dovresti guardare questa guida che ti stiamo proponendo. Ecco, infatti, come puoi risparmiare in bolletta in pochissime mosse.

Risparmiare su gas e luce: con questa guida si può

Quando si deve stipulare un nuovo contratto energetico per la propria casa, soprattutto in questo periodo di grande crisi economica, si hanno sempre enormi dubbi su quale tariffa scegliere per risparmiare il più possibile. Oltre a fare una comparazione dei vari prezzi offerti sul mercato, una strategia molto utile è quella di cambiare gestore. Si tratta di una tattica ideale, perché spesso questo vi contatterà per proporvi offerte convenienti e, si spera, a prezzi ribassati.

Risparmiare su gas e luce
Grazie a questa strategia potrai ottenere un risparmio notevole – galleriaborghese.it

Dunque, in questo caso la miglior strategia da fare è quella di incentivare la competizione tra gestori, facendo sapere ad entrambi che siete in trattativa per il miglior prezzo. Il fatto che si avvicina sempre di più l’obbligatorietà del passaggio al mercato libero può essere, infatti, un buon momento per avere delle buone proposte da più gestori di gas e luce. In questo momento, tra le tariffe più interessanti c’è quella di Eni Trend, con 0,10 euro a kw per la luce e 0,43 euro a metro cubo per il gas.

Tuttavia, il canone mensile di Eni è di 12 euro al mese, ma per farlo scendere a 10 è necessario sottoscrivere il pagamento diretto mediante il proprio conto corrente. Ovviamente, quando si prendono in considerazione le varie tariffe energetiche, non devono essere valutate esclusivamente i costi e i prezzi offerti. Molto spesso, infatti, si possono trovare tariffe piuttosto basse, ma è necessario comunque tener conto del fatto che si potrebbero trattare di costi variabili.

Questo particolare tipo di tasso dà la possibilità al gestore di cambiare il prezzo della tariffa a seconda del mercato di gas e luce, ma spesso le tariffe di partenza sono più basse. Invece, le tariffe fisse, generalmente più alte del variabile, restano sempre dello stesso importo ma, alla lunga, potrebbe risultare una scelta sconveniente.

Impostazioni privacy