Franco Califano cause morte, figli, eredità, patrimonio, vita privata del compianto artista

Ripercorriamo la vita di Califano fino alla sua compianta morte. Sveliamo chi sono i figli, la loro eredità e il patrimonio del cantante

Tornato in voga dopo la presentazione fatta del film che lo racconta, durante l’ultima edizione del Festival della canzone italiana di Sanremo, i suoi fan vogliono ricordarne ogni dettaglio della sua vita. In quel lungometraggio, il cantautore Franco Califano è stato ben interpretato da parte di un soave Leo Gassmann, figlio e nipote d’arte con una voce sopraffina. Durante una serata sul palco dell’Ariston, infatti, ha dato dimostrazione di quanto possa fare con le sue doti, imitando il compianto artista romano nel migliore dei modi.

Franco Califano, cause morte, figli patrimonio
Franco Califano, tutto ciò che c’è da sapere sul cantante (Ansa) – Galleriaborghese.it

Intanto, però, tantissimi utenti del web si chiedono in che modo sia avvenuta la sua morte, chi siano i figli e che tipo di eredità sia rimasta loro, grazie al patrimonio guadagnato durante la carriera dal Maestro. La sua vita sregolata è stata pienamente raccontata da lui stesso nell’autobiografia Senza Manette, la quale è stata pubblicata nel 2008, e da cui possiamo prendere spunto.

Il suo continuo girare e il non saper stare fermo, specie nelle ore notturne e per le vie della capitale, hanno fatto la sua storia, andando a forgiare quelle canzoni che tanto gli italiani hanno amato e che tutt’ora intonano a squarciagola in feste o banchetti. Tutto il resto è noia, La mia libertà, un per le strade di quartiere, Minuetto e Non escludo il ritorno sono solo alcuni dei brani tanto apprezzati a livello nazionale e, in special modo, a Roma, visto il dialetto marcato capitolino che non riusciva proprio a nascondere.

Il Califfo come non si era mai visto

Il film interpretato da parte di Leo Gassmann sul Maestro ha attaccato alla televisione ben 4 milioni di italiani circa, dimostrando ancora una volta tutto l’affetto riversato verso il cantautore nato a Tripoli. Infatti, la madre, originaria di Nocera Inferiore, lo partorì in volo, sul cielo della Sirte, e costringendo il pilota a svolgere un atterraggio d’emergenza. Era il 14 settembre quando venne al mondo Franco Califano, durante un viaggio per raggiungere il padre, Salvatore, soldato italiano nella Libia conquistata dal governo fascista.

Il film su Califano interpretato da Gassmann
Film su Franco Califano interpretato da Leo Gassmann (Ansa) – Galleriaborghese.it

Erano gli anni della Seconda guerra mondiale e non appena finì, dopo anni turbolenti passati in collegio e da cui fuggì più volte (anche scalzo), si trasferì a Roma insieme alla famiglia. Si iscrisse alle scuole superiori dell’ITCG Ludovico Ariosto, ma passò quasi subito al corso serale di ragioneria, dato che la mattina non riusciva ad alzarsi per le tante notti brave. Di lì iniziò la sua divertente vita, fatta di movida e tante donne, le quali furono muse, anche strazianti, per i suoi successi musicali.

La sua attività gli portò diversi introiti, ma ad oggi il patrimonio del Maestro non è stato reso di dominio pubblico. Possiede una sola figlia, Silvia, nata dall’amore con Rita Di Tommaso, ma ha preferito rimanere lontana dalle luci del mondo dello spettacolo. Lei è una classe 1959 e il rapporto col padre è sempre stato molto conflittuale. Oggi, possiede una scuola di danza a Trieste e l’eredità del padre, morto senza debiti, sembra esser stata accettata dalla stessa (Dagospia.com), pur rifiutando di pagare i funerali e la tomba.

Il Califfo ci ha lasciati il 30 marzo del 2013, a causa di un arresto cardiaco sopraggiunto all’interno della sua villa di Acilia, nella periferia di Roma. A 74 anni ha perso la vita uno degli ultimi cantautori di una romanità originale che sta via via svanendo. Oggi, la sua tomba si trova nel Cimitero comunale di Ardea, proprio accanto a suo fratello e a suo nipote, come lui aveva sempre voluto.

Impostazioni privacy