Follia in campo: l’allenatore picchia l’avversario, il video vi resterà impresso

Follia dell’allenatore che mette le mani addosso ad un giocatore avversario e viene espulso: i tifosi non credono ai loro occhi

Quando si è in campo, l’adrenalina e la voglia di vincere sono sempre tante e non è raro per i giocatori perdere la testa e scatenare risse con gli avversari.

Bjelica manata Sané rissa Bayern Union Bundesliga
Incredibile quello che è accaduto in Bundesliga (Ansa) – Galleriaborghese.it

Tuttavia oltre ai giocatori, seppur di rado, questo succede anche agli allenatori e quando ciò si verifica non si può non restare  sorpresi. Ed è proprio quello che è accaduto nel recupero di Bundesliga tra Bayern Monaco Union Berino, posticipata a suo tempo per una fitta nevicata che si era abbattuta su Monaco di Baviera.

Protagonista della vicenda il tecnico dei berlinesi, il croato Nenad Bjelica che si è fatto espellere dall’arbitro per aver colpito Leroy Sané con una manataLa scena ha lasciato increduli tutti i tifosi presenti e quelli che stavano guardando la partita in tv con l’allenatore che, di certo, non ha fatto una bellissima figura in mondovisione.

Bundesliga, follia Bjelica su Sané

Il Bayern Monaco si è imposto 1-0 sull’Union Berlino nel recupero della tredicesima giornata di Bundesliga grazie ad un gol di Guerreiro e, seppur la partita non sia stata indimenticabile, saranno in molti a ricordarla. Ciò a causa proprio del citato gesto di Bjelica su Sané.

Bjelica manata Sané Bayern Monaco Union Berlino
Follia di Bjelica: il tecnico alza le mani su Sané (Ansa) – Galleriaborghese.it

Il tecnico croato aveva raccolto il pallone che era uscito dal campo e Sané voleva prenderlo dalle sue mani in maniera rapida per velocizzare il gioco. Tuttavia, Bjelica non ha gradito l’atteggiamento del giocatore, colpendolo con una manata al viso che ha fatto scattare una rissa culminata poi nella sua espulsione da parte dell’arbitro.

La Bundesliga ha usato subito il pugno duro con Bjelica che è stato squalificato per tre giornate e multato. Il tecnico croato si è reso subito conto dell’errore commesso ed a fine partita ai microfoni di Sky si è scusato con la squadra, ma non con Sané: “Quello che ho fatto non può essere giustificato, devo solo chiedere scusa alla mia squadra. Non a Sané, lui è entrato nella mia area per provocarmi“, ha dichiarato il tecnico ex Spezia.

L’Union Berlino dovrà ora fare a meno del proprio tecnico per le sfide contro Darmastadt, Lipsia e Mainz, altre tre partite fondamentali nella corsa alla salvezza, non certo l’obiettivo stagionale per un club che lo scorso anno è arrivato quarto, qualificandosi alla Champions League.

Impostazioni privacy