Flavio Insinna: la malattia che lo ha messo a terra e con la quale deve fare ancora i conti

Conduttore e attore amatissimo, Flavio Insinna ha dovuto fare i conti con una malattia insidiosa: ecco cosa ha avuto.

Impossibile non rimanere affascinati dalla sua cultura e dalla sua dialettica, che porta con sé in ogni programma che conduce e in ogni film in cui lavora. Per diversi anni al timone de L’Eredità di Rai 1, oggi invece ha scelto di lasciare la presentazione del quiz a Marco Liorni per dedicarsi al suo lavoro di attore e per concentrarsi su nuove attività. Ecco però la malattia con cui ha dovuto fare i conti Flavio Insinna.

La malattia di Flavio Insinna
Flavio Insinna, la malattia che lo ha messo a dura prova. (galleriaborghese.it / ansafoto)

Nato a Roma nel 1965, Flavio Insinna ha frequentato il liceo classico e poi ha provato ad entrare nell’Arma dei Carabinieri, senza successo. Si è iscritto quindi alla scuola di recitazione e, nel 1990, si è diplomato al Laboratorio di esercitazione sceniche di Gigi Proietti, personaggio fondamentale nella sua vita e nella sua carriera. Ecco però qual è la malattia che ha messo a rischio tutto il suo percorso artistico.

Flavio Insinna ha dovuto fare i conti con questa malattia: come ne è uscito

Invitato da Daria Bignardi nel suo programma di successo Le invasioni barbariche, Flavio Insinna ha parlato non solo dei suoi momenti di successo ma anche di quelli più duri e difficili. Uno dei momenti più duri è stato quello nel quale ha dovuto fare i conti con una malattia molto dura e insidiosa, la depressione: ecco come ne è uscito.

La malattia di Flavio Insinna
La malattia di Flavio Insinna: ecco con cosa deve fare i conti (galleriaborghese.it / ansafoto)

Come ha rivelato a Daria Bignardi, suo padre l’ha subito invitato a curarsi e di fatto un po’ ne è uscito, ma un po’ si sente ancora dentro il tunnel. “C’è chi dice che se hai il graffio nell’anima o fai lo psicanalista o fai l’attore. Io oggi ho imparato a volere bene alla vita e a essere allegro senza motivo” ha aggiunto, rivelando che la sua filosofia di vita è quella di tentare di vivere e non di sopravvivere.

Un altro momento difficile è stato quello della morte di suo padre, dopo la quale ha deciso di fermarsi per un periodo. “Io l’ho fatto, perché non è vero che lo spettacolo deve continuare: mi sono fermato (…). Non per elaborare il lutto, ma per farmi passare la rabbia“. Anche nella sua vita, quindi, il dolore si è fatto sentire e Flavio Insinna ci fa i conti tutti i giorni.

Impostazioni privacy