Fiorello, l’avvertimento sulla dieta che l’ha fatto dimagrire: “Non è adatta a tutti”

Lo showman Rosario Fiorello ha perso molti chili grazie ad una nuova dieta. Ma il nutrizionista avverte che non è adatta a tutti.

Nonostante abbia superato i 60 anni, Fiorello è tornato in perfetta forma grazie ad una nuova dieta che sta riscuotendo un gran successo tra i vip. Ma i nutrizionisti mettono in guardia: questa dieta non è adatta a tutti.

La dieta di Fiorello
Fiorello ha perso tanti chili – Foto: Ansa – Galleriaborghese.it

Molto spesso tendiamo ad imitare i personaggi dello spettacolo che più ci piacciono. Il taglio di capelli di una cantante o il trucco di una presentatrice televisiva o il vestito di un’attrice. Finché si tratta di questo genere di cose va bene, non corriamo nessun rischio. Cambia tutto se, invece, parliamo di diete. Ognuno di noi è diverso, ha esigenze diverse e sarebbe un grave errore pensare che la dieta che ha fatto dimagrire un certo personaggio famoso possa andare bene anche per noi.

Di recente lo showman Rosario Fiorello ha sfoggiato una forma fisica davvero invidiabile. Nonostante il presentatore televisivo abbia superato i 60 anni, è tornato snello e scattante come quando ne aveva 30. Il suo segreto? Una nuova dieta che sta spopolando tra i personaggi dello spettacolo. Fiorello, in effetti, ha perso molti chili ma i nutrizionisti avvertono che questa dieta non è assolutamente adatta a tutti.

Fiorello: ecco la sua dieta

Fiorello ha perso molti chili ed è tornato in perfetta forma grazie ad un regime alimentare assolutamente innovativo che sta prendendo sempre più piede tra i personaggi dello spettacolo. Ma attenzione: questa dieta non è adatta a tutti.

Che cos'è il digiuno intermittente
La dieta di Fiorello non è adatta a tutti – Galleriaborghese.it

Rosario Fiorello- esattamente come Flavio Briatore e l’ex premier Matteo Renzi- sono tornati in forma grazie al digiuno intermittente. Questo regime alimentare è davvero innovativo in quanto non si basa sul conteggio delle calorie ma sull’orario in cui vengono assunti i cibi. Esistono diversi tipi di digiuno intermittente ma il più famoso – e anche il più semplice da seguire- è il digiuno 16:8. In pratica si deve mangiare entro un arco temporale di 8 ore e si digiuna per le altre 16 ore della giornata.

Per fare un esempio: si mangia tra le ore 12 e le ore 20 e si digiuna dalle ore 20 fino alle ore 12 del giorno dopo. Nell’arco temporale in cui si mangia, non si devono né pesare gli alimenti né contare le calorie ma, ovviamente, bisogna usare un po’ di buon senso ed evitare i dolci, gli zuccheri, i fritti e gli alimenti troppo grassi.

Oltre a far dimagrire, il digiuno intermittente può migliorare notevolmente la digestione e anche la qualità del sonno. Inoltre è stato dimostrato che migliora il metabolismo. Tuttavia questa dieta non va bene per tutti. Il nutrizionista Nicola Sorrentino ha chiaramente puntualizzato che il digiuno intermittente non va bene per gli adolescenti, per le persone con più di 75 anni e per le donne incinte.

Impostazioni privacy