Fiorello, l’addio alla Rai: accade quello che nessuno osava immaginare

Nonostante gli incredibili risultati che sta ottenendo con il suo varietà mattutino, l’operato del conduttore non va giù a Viale Mazzini.

La seconda stagione di Viva Rai2! procede a gonfie vele, lo show di Fiorello si sta confermando tra i programmi più visti dell’intero palinsesto. Archiviate le lamentele dei residenti di via Asiago, che avevano attaccato l’emittente e il conduttore per aver disturbato la quiete del quartiere – in zona Prati a Roma -, la trasmissione ha traslocato al Foro Italico. Dati alla mano, cambiare aria non ha inficiato l’andamento del varietà mattutino.

Fiorello via dalla Rai? Uno dei vertici lo attacca pesantemente
Fiorello si conferma protagonista in palinsesto con la seconda stagione di Viva Rai2!, lo show mattutino convince ancora il pubblico – galleriaborghese.it (fonte foto ANSA)

Per diversi motivi, invece, qualcuno da Viale Mazzini ha avuto il coraggio di prendersela con il padrone di casa, paradossalmente reo di aver ottenuto percentuali fin troppo alte di share. In una lunga intervista concessa ai microfoni del quotidiano Repubblica, il direttore dell’intrattenimento Day Time Rai, Angelo Mellone, ha incendiato il dibattito con delle dichiarazioni abbastanza sorprendenti su due delle figure di spicco della programmazione come Mara Venier e, appunto, Fiorello.

Mellone duro contro Fiorello e Viva Rai2!: “L’errore è stato fatto”

Neanche troppo tempo fa l’amministratore delegato della Rai, Roberto Sergio, difendeva a spada tratta la stagione televisiva, portando come esempi di programmi apprezzati e seguiti dal pubblico sia Domenica In che Viva Rai2!, lodando il lavoro rispettivamente di Mara Venier e di Fiorello. In quell’occasione aveva risposto per le rime a chi aveva definito fallimentari alcune scelte della rete, tra cui l’aver lasciato partire diversi nomi illustri come Fabio Fazio, Lucia Annunziata e Bianca Berlinguer.

Angelo Mellone si sfoga: "Fiorello doveva...", la Rai aggiusta il tiro
Il direttore dell’intrattenimento Day Time Rai, Angelo Mellone, non condivide alcune scelte dell’emittente – galleriaborghese.it (fonte foto ANSA)

Per quanto riguarda il varietà mattutino, invece, è di tutt’altro avviso il direttore dell’intrattenimento Day Time, Angelo Mellone, che con le sue dichiarazioni rilasciate in un’intervista a Repubblica ha alzato un polverone notevole: “Fiorello? Toglie gli ascolti alle altre reti Rai. L’errore iniziale è stato fatto, doveva andare in onda su Rai Uno”. È arrivata a stretto giro di posta una nota da Viale Mazzini per correggere il tiro, all’interno le sue affermazioni vengono archiviate come “parole in libertà”.

E se qualcuno già vociferava addii dovrà ricredersi, pare che le idee di Mellone non corrispondano “affatto al pensiero del vertice aziendale” e che quindi le valutazioni fatte siano da prendere con le pinze.

Impostazioni privacy