Festival Sanremo nei guai, il Codacons attacca: ecco di chi è la colpa questa volta

Festival di Sanremo finisce ancora una volta nei guai, questa volta il Codacons è una vera furia. Ma che cosa è successo di preciso?

Si torna a parlare del Festival di Sanremo, durante la puntata numero quattro, la serata dedicata alle Cover, vicino ad Amadeus c’era la sua nuova co-conduttrice, ovvero Lorella Cuccarini.

Sanremo 2024 Codacons
Sanremo 2024 foto Facebook @FestivaldiSanremo -galleriaborghese.it

Ebbene, l’evento sta continuando ad avere grande successo, eppure le polemiche non mancano. In particolare il Codacons pare avere storto il naso e non poco, per ciò che è appunto successo nel corso della puntata numero due dello show di Rai Uno e in particolare su un momento.

Dalle notizie che circolano in queste ore, sembra che la nota associazione abbia presentato un esposto nei confronti della Rai. Ma entriamo nel vivo della questione per capire qualche cosa in più.

Sanremo 2024 travolto: pubblicità occulta per le scarpe di Travolta

Ebbene, le cose stanno davvero cosi pare che la Rai e Sanremo siano finiti, ancora una volta, nel mirino del Codacons per via di quanto successo nella seconda serata e in particolare nel momento in cui sul palco, è arrivato John Travolta.

Sanremo 2024, pubblicità occulta? Il Codacons denuncia
Amadeus foto Ansa -galleriaborghese.it

L’associazione ha presentato un esposto ad Agcom e Antitrust per fare in modo che venga aperta una vera e propria indagine per le scarpe che indossava John Travolta: l’attore aveva delle scarpe firmate U-Power, si tratta di una azienda con cui lui collabora da tempo. Secondo le indiscrezioni che arrivano dal Corriere, pare che il divo americano, sia stato pagato 1 milione di dollari per salire sul palco dell’Ariston con quelle scarpe.

Insomma una situazione davvero incresciosa che adesso potrebbe prendere una piega inaspettata, specialmente nei confronti della Rai, che tramite i suoi dirigenti ha ammesso di non sapere nulla della questione. Dal canto loro, anche l’U-Power, ha seccamente smentito questa notizia. Il noto marchio, ha fatto sapere come il divo è stato loro testimonial nell’estate del 2023 e che la sua presenza all’Ariston è solo frutto di un accordo tra l’attore e la Rai, accordo in cui loro non hanno avuto nessun tipo di ruolo.

Ad ogni modo, il Codacons sta con gli occhi ben attenti e lo farà fino alla fine della kermesse canora di Rai Uno, ora non resta che capire alla fine dei conti, chi avrà avuto ragione.

Impostazioni privacy