Federer senza parole: Djokovic lo supera, è record

Novak Djokovic, dopo il ko di Melbourne, affila le armi per il prosieguo della stagione e mette nel mirino un altro super record

È stato battuto all’Australian Open dopo 33 vittorie consecutive accumulate nello Slam di inizio stagione, il suo preferito, quello che lo ha visto trionfare per ben 10 volte. Jannik Sinner, battendolo molto più nettamente di quanto dica il punteggio – basta pensare all’assenza di palle break concesse al rivale – ha interrotto una striscia vincente quasi leggendaria. Una sconfitta bruciante per Djokovic che l’ha già metabolizzato in vista di altri traguardi.

Djokovic record battuto Federer ranking Atp
Roger Federer mastica amaro: Novak Djokovic sta per superarlo (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Già primatista all time come numero di Slam vinti in carriera (24), come titoli nei tornei Masters 1000 (40) e come affermazioni alle ATP Finals (7), Djokovic è arrivato alla stratosferica cifra di 411 settimane in vetta al ranking mondiale. Cifre mostruose, che portano con sé record che difficilmente potranno essere battuti.

Ma c’è un altro primato, che attiene più specificamente alla categoria ‘longevità’, che il 36enne Novak ha messo nel mirino. Un primato che appartiene tuttora a Roger Federer che assieme a Rafa Nadal è stato il suo più grande rivale in una carriera che è già da consegnare alla leggenda.

Il campione svizzero, ritiratosi nel settembre del 2022, potrebbe veder cadere, nelle prossime settimane, un record che custodisce da 6 anni. Solo Djokovic può pensare di superare lo svizzero nella speciale classifica riservata a chi è stato, almeno una settimana, in vetta al ranking mondiale.

Djokovic deve resistere fino ad aprile: Federer è già spacciato

Il campione di Basilea detiene il primato di numero uno del mondo più anziano di tutti i tempi, essendo stato in vetta all’età di 36 anni e 10 mesi, traguardo raggiunto nel 2018.

Djokovic, che sta osservando un periodo di riposo dopo le fatiche australiane, tornerà in campo dal 9 marzo per il Masters 1000 di Indian Wells, un torneo che vedrà Carlos Alcaraz, il suo inseguitore più diretto nella corsa alla cima del ranking, difendere i 1000 punti conquistati lo scorso anno grazie alla vittoria ottenuta ai danni di Daniil Medvedev. Un grande vantaggio per Nole, che non ha punti da difendere nella kermesse di inizio mese non avendo partecipato al torneo lo scorso anno per l’assenza della vaccinazione anti Covid.

Djokovic supera Federer primato ranking Atp
Novak Djokovic, nel mirino un altro primato di Re Roger (LaPresse) – Galleriaborghese.it

Il serbo, nel 2023, non prese parte nemmeno al successivo Masters di Miami che seguirà come da tradizione quello di Indian Wells. Questo lo pone in condizione, già al superamento del primo turno in uno o in entrambe le competizioni, di guadagnare altri punti in classifica.

La sostanza è che Djokovic, nella settimana che inizierà lunedì 1 aprile, sarà ancora il numero uno del mondo. A quella data, Nole avrà già battuto il primato di longevità di Federer, diventando il numero uno dell’età di 36 anni e 11 mesi. Un altro incredibile primato attende dunque il campione slavo che non ne vuole proprio sapere di abdicare.

Impostazioni privacy