Farmacia, la Direttiva Omnibus cambia tutto: prezzi esposti, sconti, offerte a tempo e e-commerce

Cambia tutto per la farmacia dopo la Direttiva Omnibus. Prezzi esposti, sconti, offerte a tempo ed e-commerce: ecco tutto quello che c’è da sapere.

Le regole imposte dall’Unione Europea per tutelare i consumatori stanno avendo delle ripercussioni per i negozi fisici e gli e-commerce, i quali sono alle prese con una vera e propria rivoluzione per adeguarsi alle normative. Ma cosa cambierà all’interno delle farmacie?

Direttiva Omnibus Farmacia: cambia tutto
Le novità nelle farmacie con il Decreto Omnibus – galleriaborghese.it

Di recente è stata approvata la Direttiva Omnibus in Italia la quale ha introdotto delle modifiche fondamentali al Codice del Consumo e alla Normativa e-commerce, che riguarda soprattutto gli annunci di sconto e le offerte. Ma anche la gestione delle recensioni, il regime sanzionatorio e le pratiche commerciali scorrette.

Si tratta di aspetti importanti per chi si occupa della vendita, sia online che offline. Una circolare di Federfarma ha spiegato come la Direttiva Omnibus avrà delle ricadute dirette per le farmacie e che cosa cambierà al loro interno in materia di prezzi esposti, sconti, offerte a tempo ed e-commerce.

Direttiva Omnibus per la farmacia: ecco che cosa cambia

La Direttiva Ue 2019/2161, conosciuta nel gergo popolare come la Direttiva Omnibus, mira a tutelare i consumatori e introducendo diverse novità che riguardano anche le farmacie e i farmacisti. Si tratta di regole entrate in vigore lo scorso 1° luglio 2023.

Direttiva Omnibus Farmacia: tutte novità
I cambiamenti nelle farmacie con il Decreto Omnibus dell’UE – galleriaborghese.it
  • Prezzi esposti: la normativa spinge per una maggiore trasparenza e per questa ragione le farmacie dovranno avere i prezzi dei prodotti esposti. Le informazioni sui prodotti in sconto o in promozione, inoltre, dovranno essere chiare e semplici per tutti i consumatori.
  • Promozioni a tempo: esattamente come gli altri negozi, anche le farmacie dovranno comunicare non solo il prezzo scontato, ma anche quello iniziale e la percentuale di sconto applicata.
  • Vendite online: le farmacie che vendono i prodotti online, in pratica quei medicinali che non hanno bisogno di una ricetta medica per essere acquistati, devono prestare sempre grande attenzione, soprattutto alle recensioni dei clienti e alle loro esigenze. Ogni informazione deve essere del tutto trasparente.

Nel caso in cui una farmacia non rispettasse il Decreto Omnibus, andrebbe incontro a pensanti sanzioni amministrative che possono oscillare tra un minimo di 516,46 euro fino ad arrivare ad un massimo di 3.098,74 euro. È importante, quindi, seguire alla lettera la nuova normativa europea e cercare di mettersi in regola il prima possibile per evitare multe.

Impostazioni privacy