Fabio Testi, dalla villa sul lago lancia l’appello: “Ho una pensione di soli 1250 euro al mese”

Fabio Testi si è trovato al centro di un’accesa polemica per il suo stile di vita: le affermazioni sulla pensione, la villa e le vacanze in barca.

Periodicamente l’opinione pubblica italiana è attraversata dallo sdegno per le misere pensioni che vengono assicurate dallo Stato ad attori, artisti e musicisti che hanno fatto la storia dello spettacolo italiano. Spesso sono gli stessi artisti ad attirare l’attenzione, rendendo noto l’ammontare del loro assegno pensionistico, spesso in linea con quello di chi ha svolto mestieri molto meno prestigiosi.

Fabio Testi pensione
Fabio Testi – Galleriaborghese.it

Fabio Testi è stato proprio tra coloro che hanno deciso di parlare pubblicamente della sua pensione e delle ristrettezze economiche a cui necessariamente va incontro chi può fare affidamento solo ed esclusivamente su quella rendita nell’ultima parte della sua vita.

Tutto è nato da un’accesa discussione con Paola Perego, la quale affermò che non avrebbe più invitato Fabio Testi in televisione. L’attore allora le fece presente che non era molto corretto da parte sua togliere lavoro a un artista che ha superato l’ottantina. “Sa quanto guadagna un pensionato?” affermò all’epoca. E da questa singola battuta si è letteralmente scatenato un putiferio.

Sì, perché pur affermando di vivere con 1270 Euro al mese e di essere nullatenente, Fabio Testi conduce una vita da nababbo. 

La villa e le vacanze in barca, ma “solo con la pensione”

È ormai abitudine delle persone benestanti fingere di non essere poi così ricche: lo scopo è non attirare l’invidia del pubblico ma anche sollevare l’opinione pubblica in proprio favore. Evidentemente Testi aveva pensato di ottenere un risultato simile con le proprie affermazioni, ma il suo tenore di vita stride troppo con le sue affermazioni, tanto che l’attore ha dovuto fare un doveroso chiarimento.

fabio testi villa pensione
Fabio Testi – Foto Ansa – galleriaborghese.it

Oggi l’attore vive in una villa, la proprietà La Cavallina che si trova in provincia di Affi. Oltre a questo lo scorso agosto si è goduto una vacanza su un lussuoso yacht che ha fatto il giro delle isole greche. Com’è possibile, con una pensione da poco più di mille euro al mese?

La risposta è semplice: “Ho intestato tutto ai miei figli: la tenuta la Cavallina in cui vivo e la gestione delle due aziende che producono energia elettrica con pannelli fotovoltaici e olio di oliva. Insomma, posso dire che sono nullatenente. […] Spero solo che i miei figli non mi chiedano mai di pagare l’affitto!”

Si tratta, quindi di un semplice accorgimento fiscale. Per lo Stato Testi vive grazie alla generosità dei figli, che gli permettono di vivere nella loro casa e gli forniscono mensilmente una quota dei proventi delle due aziende (o anche tutti, non è dato saperlo!). E la gita in barca? “È di proprietà di amici molto generosi” ha specificato l’attore.

Impostazioni privacy