Esiste davvero l’anima gemella? L’88% dell’umanità ci crede ancora: farà bene?

Si parla spesso e volentieri dell’anima gemella, ma esiste davvero? Molti dicono di sì, ma facciamo bene a crederci? Scopriamolo

Ne hanno scritto libri e girato film, non c’è dubbio che nella cultura che ci circonda e di cui tutti noi siamo letteralmente impregnati, proprio l’amore giochi un ruolo a dir poco fondamentale. E’ grazie a questo sentimento, d’altronde, che sono state scritte le più belle canzoni che ascoltiamo o ancora quelle epiche storie che ancora oggi sono capaci di farci battere il cuore. 

anima gemella
Esiste davvero l’anima gemella? Ecco cosa sapere Galleriaborghese.it

Quando parliamo dell’amore, però, facciamo riferimento a un sentimento tutto sommato così umano da renderlo profondamente incomprensibile. Renderlo razionale, alla portata di tutti o ancora logico è semplicemente impossibile. Tutto quello che possiamo fare noi, d’altronde, è aspettare di essere investiti da questo batti cuore di cui si parla da sempre e che tutto sommato rientra tra quelle storie più vecchie di sempre.

L’amore, a qualsiasi età e anche se si rientra nella categoria dei più cinici, non si può fare a meno di ricercarlo. In modo spontaneo, a volte più programma: c’è chi crede in un sentimento più graduale, chi invece nel colpo di fulmine istantaneo… e chi ancora nell’esistenza di un’anima gemella per ognuno di noi.

Anima gemella, è davvero un bene credere che esista?

Quello dell’anima gemella è forse uno dei miti più antichi e su cui tutti, prima o poi e almeno una volta nella vita, abbiamo ricamato. Storie inventante, amori impossibili ma destinati: è proprio su questa idea, d’altronde, che è nata proprio l’idea del famoso filo rosso del destino. Ed è sempre a questo ideale che tantissimi di noi si aggrappano quando sono sul punto di perdere la speranza e la voglia di fantasticare.

anima gemella esiste davvero?
L’anima gemella: l’88 per cento l’aspetta – Galleriaborghese.it

L’idea, insomma, che lì fuori esista per ognuno di noi la persona giusta, bisogna solo aspettare il momento giusto in cui la vita la metterà lungo il nostro cammino. Certo, con il tempo e soprattutto con l’avvenire dei tempi più moderni, forse il mondo è diventato via via un po’ più disilluso e cinico soprattutto per quanto riguarda i tipici e puri sentimenti dell’amore. Ma cosa ne è stato, in questo trambusto di cambiamenti e in questa concezione dei sentimenti forse un po’ più moderna e poco durevole, dell’idea della cosiddetta anima gemella?

Ebbene, in realtà si tratta una convenzione che difficilmente siamo disposti a lasciar andare, a tal punto che ben l’ottanta per cento degli intervistati di un sondaggio di Gallup nel 2010 dichiaravano di credere fermamente nella sua esistenza. Tuttavia, sempre di più l’attenzione di esperti e psicologi si è soffermata proprio su questo aspettare in modo speranzoso l’arrivo dell’anima gemella da parte di tutti noi. Un atteggiamento che, dalla scienza, viene spesso visto come negativo perché porta alla creazione di illusioni e fantasie mai concrete, e che potrebbe dunque costituire un ostacolo nella realizzazione di una relazione invece più concreta e duratura

Impostazioni privacy