Eritema da pannolino: quali sono i fattori scatenanti e in che modo prevenirlo

L’eritema da pannolino è una condizione che presenta alcuni fattori che potremmo definire scatenanti: ecco quali sono e soprattutto come fare per prevenire il problema.

L’eritema da pannolino è un disturbo piuttosto diffuso che colpisce i neonati fino ai 15 mesi di vita. Si tratta, senza dubbio, di una condizione che deve essere trattata nel modo giusto in quanto può causare uno stato infiammatorio piuttosto importante.

Eritema da pannolino, ecco come intervenire
L’eritema da pannolino è molto diffuso: ecco in che modo prevenirlo – GalleriaBorghese.it

Anche se tende a risolversi molto facilmente, è importante sottolineare il fatto che non deve essere trascurata. Il rischio è di andare incontro a diverse complicazioni che possono compromettere lo stato di salute del bambino colpito dal problema.

Eritema da pannolino, i rimedi più efficaci

La dermatite da pannolino interessa l’area dei genitali, dei glutei e dell’inguine e tende a manifestarsi con degli arrossamenti, papule e desquamazioni. La zona interessata da questi sintomi può essere ristretta o anche molto estesa e può dare vita a manifestazioni dolore, nel peggiore dei casi, importanti.

Le cause alla base di questo problema possono essere diverse. Tra le più diffuse c’è sicuramente l’uso del pannolino. Questo, difatti, può provocare infiammazioni serie per via dell’umidità che si viene a creare al suo interno. Le feci e le urine in esso contenute tendono a creare un terreno fertile per la penetrazione di microrganismi potenzialmente patogeni.

Eritema da pannolino, i rimedi più efficaci
I bambini che indossano il pannolino possono essere colpiti da eritema – galleriaborghese.it

Tra le altre cause che possono dare vita al disturbo in esame c’è anche la dermatite seborroica. Si tratta di una malattia infiammatoria della pelle che presenta un carattere cronico e recidivante. Tale problema è caratterizzato da un fungo che finisce per provocare arrossamenti, zone untuose e desquamazioni. Non tutti sanno, inoltre, che la dermatite può essere favorita dall’infezione da candida, da infezioni batteriche o  anche da reazioni allergiche alle sostanze che si trovano contenute all’interno dei pannolini usa e getta.

In questo caso, è consigliabile ricorrere all’impiego di pannolini lavabili che solitamente sono realizzati in cotone o poliestere impermeabile. Ciò detto, ci sono diversi rimedi che si possono utilizzare per risolvere il problema relativo alla dermatite da pannolino. Tanto per cominciare, si consiglia di procedere ad una buona igiene cambiando in maniera frequente i pannolini.

Oltre a ciò, si consiglia di lasciare il bambino senza pannolino per qualche ora durante il giorno in modo tale da consentire alla pelle una corretta traspirazione. Assolutamente da evitare, o comunque da limitare, è l’utilizzo di salviettine dal momento che tendono ad aumentare l’irritazione per via dei profumi in esse contenute.

Qualora i sintomi non dovessero migliorare dopo 3, 4 giorni, si consiglia di contattare il pediatra. Nei casi più seri, infatti, potrebbe decidere di procedere alla prescrizione di pomate a base di corticosteroidi. Queste aiutano a risolvere l’infiammazione ma devono essere applicate se non sotto parere medico. Tra le controindicazioni, infatti, v’è un maggiore rischio di recidiva per quanto riguarda l’eritema da pannolino.

Impostazioni privacy