Emilio Fede, 8.000 euro di pensione non gli bastano per vivere: lo sfogo dellʼex direttore del Tg4

Emilio Fede e il dramma vissuto dall’ex direttore del Tg 4 riguardante la pensione: ecco i dettagli e le curiosità.

Uno degli uomini che più ha fatto parlare di sé nel mondo dell’informazione e dello spettacolo, persona competente e super professionale, spalla di Silvio Berlusconi per diversi anni è lui, Emilio Fede. Per anni è stato il direttore del Tg 4 e ha lasciato senza parole il pubblico per alcune vicissitudini che lo hanno visto finire di fronte a un giudice in tribunale. Purtroppo, però, oggi Emilio ha fatto una confessione inedita che ha lasciato senza fiato il pubblico.

emilio fede pensione
Il dramma vissuto da Emilio Fede raccontato da lui stesso – credit ansa- galleriaborghese.it

Una carriera da giornalista costellata di successi, dalla conduzione del Tg1 fino quella del Tg 4 e Studio aperto. Nonostante la sua carriera brillante, Emilio è stato condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi di reclusione, nell’ambito del processo ‘Ruby bis’.

Nonostante tutto, l’uomo nel 2020 è evaso dai domiciliari per andare a cenare in un ristorante ed è stato subito arrestato mentre si trovava nel locale. Un fatto che è stato riportato da molti giornali nazionali.

Qualche tempo fa Emilio Fede, intervistato ai microfoni de La Zanzara su Radio 24, ha fatto una rivelazione davvero inedita: ecco cosa ha detto.

Emilio Fede, il dramma vissuto dal giornalista: ecco cosa riguarda

L’ex direttore del Tg 4 Emilio Fede, ha fatto delle rivelazione circa un argomento che risulta essere uno dei problemi della società attuale e moderna: quello delle pensioni. Pare che, a detta dell’ex direttore, anche lui sta avendo gravi difficoltà economiche che si ripercuotono sul suo stile di vita e sulle sue abitudini.

emilio fede dramma pensione
Emilio Fede racconta il suo personale dramma con la sua pensione – credit ansa- galleriaborghese.it

L’ex volto tv ha confessato:Ho una pensione da 8mila euro al mese, dopo tanti anni di lavoro. Ma non mi bastano. Devo pagare la rata della macchina in leasing, l’autista, la badante e l’affitto di casa. E le bollette. Una volta non pagavo nulla. Non sono tanti, c’è anche la benzina, la cameriera ad ore, le bollette dei telefonini. Alla fine del mese non mi avanza niente”. 

Ha poi spiegato che il resto del suo denaro è finito sotto sequestro, in quanto per le sue tre udienze, il suo ex difensore Nadia Alecci gli ha portato via 40 mila euro. La donna è stata condannata alla restituzione della somma, anche se fino a questo momento non è avvenuta nessuna restituzione.

Impostazioni privacy