Elena Di Cioccio, la malattia incurabile che l’ha colpita: dovrà conviverci per sempre

Elena Di Cioccio ha svelato a tutti la malattia incurabile che l’ha colpita. Il coraggio della conduttrice per aver parlato del suo male.  

Elena di Cioccio è un’attrice e conduttrice diventata nota per i suoi messaggi per l’inclusività. È figlia del batterista Franz Di Cioccio ed è diventata famosa intorno agli anni Duemila. L’attrice ha recitato nei film “Ci vorrebbe un miracolo”, “Poli opposti” e tanti altri. L’artista ha preso parte anche alla serie tv “Squadra mobile” e nel programma “Mala EducaXXXion”.

Elena Di Cioccio si confessa
L’attrice Elena Di Cioccio ha una malattia – Ansa foto (galleriaborghese.it)

Recentemente è diventata scrittrice e ha pubblicato il primo libro intitolato “Cattivo sangue”. Qui parla della sua storia e quindi anche della sua malattia, dove ne ha fatto una grande battaglia per l’inclusività e la visibilità delle persone affette da patologie che nella nostra società sono ancora un tabù. Elena Di Cioccio ha partecipato anche ad importanti trasmissioni televisive come “Tale e quale show” su Rai1 e “Le Iene”.

Elena Di Cioccio parla della sua malattia: è una delle prime star a fare ”coming out”

La vita di Elena Di Cioccio è ricca di successi professionali, ma come tutte le celebrità del mondo dello spettacolo e le persone comuni ha dovuto affrontare aspetti molto dolorosi durante la sua vita. Ne ha parlato proprio nel suo libro “Cattivo sangue”, edito da Vallardi Editore. Qui affronta in modo coraggioso la sua malattia, con la quale convive da ormai più di 20 anni. Il libro è un atto di coraggio, ma anche di speranza per chi soffre.

Elena di Cioccio parla della sua sieropositività
Elena Di Cioccio e la sua sieropositività scoperta nel 2002 – Ansa foto (galleriaborghese.it)

Elena Di Cioccio è sieropositiva e oggi avere l’HIV è ancora uno stigma sociale, ma grazie a persone influenti come lei e come Giovanni Ciacci (anche lui è sieropositivo ndr.) oggi finalmente si può parlare di questo virus rispetto agli anni Ottanta, epoca in cui a questa patologia era associato un grosso tabù. L’attrice ha contratto l’HIV nel 2002 e quando scoprì di essere positiva le crollò il mondo addosso. Oggi fortunatamente di HIV non si muore più ed esistono diverse medicine che tengono a bada il virus.

La sua confessione è una speranza per chi convive con questo virus e ancora oggi trova molta difficoltà a parlarne con gli altri. La Di Cioccio negli anni ha imparato a gestire questa malattia ed è diventata un volto importante per la LILA, associazione che da anni si batte per fare prevenzione contro l’HIV, una condizione che ancora è temuta perché non c’è un vaccino e nemmeno una cura. Ma di HIV non si muore più.

Impostazioni privacy