È tempo di mettere via i sandali, ma attento: se fai così rischi di gettare tutto il prossimo anno (compresi i tuoi soldi)

L’estate è finita ed è finito anche il tempo dei sandali. Come puoi evitare di ritrovarli rovinati l’estate prossima?

Hai già riposto via i tuoi sandali? Con l’arrivo della stagione autunnale, non vediamo l’ora di tirare fuori dagli armadi scarpe chiuse e stivaletti. Ma che dire delle nostre calzature estive? Queste hanno un’origine molto antica. Possiamo datarle ad oltre 10.000 anni fa. Infatti, già le prime civiltà iniziarono ad usare dei materiali di fortuna per proteggere i loro piedi da rocce e ostacoli che potevano trovare sulla strada. I sandali erano prevalentemente in cuoio, pelli di animali oppure fibre vegetali intrecciate.

Come pulire i sandali
Come pulire i sandali? – galleriaborghese.it

Con gli antichi egizi, queste tipologie di scarpe iniziarono ad avere un significato simbolico e venivano indossate dai sacerdoti. Erano fatte con pelli pregiati e decorate con gioielli. Sia in Grecia che a Roma, il sandalo spopolava e veniva sfoggiato sia da uomini che da donne.

Era realizzato in cuoio, pelle o anche metalli preziosi. Nel medioevo, la produzione di sandali rallentò a causa di un clima più freddo e condizioni di vita più avverse. Si privilegiavano delle scarpe più coperte. Tuttavia, i sandali diventarono l’emblema dei monaci e dei pellegrini.

I sandali oggi: come preservarli e pulirli

Oggi i sandali sono fondamentali soprattutto durante la stagione estiva. Possono essere bassi oppure con la zeppa, ce ne sono di tutti i gusti. Ma come pulirli per preservarli dopo l’estate? Tutto dipende, in particolare, dal materiale di cui sono fatti. Se abbiamo a che fare con sandali in cuoio, l’ideale sarebbe utilizzare un panno di lana e dei prodotti adatti. In alternativa, si può anche strofinare un po’ di detersivo per piatti.

Eliminare il cattivo odore dai sandali
Armati di bicarbonato di sodio e limone! – galleriaborghese.it

Dobbiamo, però, stare attenti ai dettagli. Se ci sono delle decorazioni con pietre o metalli preziosi, sarebbe il caso di usare un composto di acqua e bicarbonato e strofinare in maniera delicata. Se i nostri sandali sono in sughero, ancora una volta ci viene in aiuto il nostro bicarbonato di sodio. Basteranno tre cucchiai con un po’ di succo di limone. Una volta ottenuto questo composto, si lascia sui sandali per circa un’ora.

Molto spesso il sughero può indurirsi nel corso del tempo, in questo caso potremmo passarci sopra un po’ di olio di oliva. Se vogliamo liberarci del cattivo odore dei sandali potremmo utilizzare l’argilla bianca. Questa può essere cosparsa non solo sulle scarpe ma anche sui nostri piedi, infatti ha il potere di eliminare completamente gli odori sgradevoli. In questo modo, l’estate prossima ritroverete i vostri sandali puliti e profumati!

Impostazioni privacy