Dramma in Rai, crolla tutto: qual è stato il problema che ha causato il caos

Cosa è successo in Rai, è scoppiato un vero e proprio caos. Tutti gli ultimi aggiornamenti e sviluppi da conoscere sulla vicenda.

Sono tempi difficili questi per la Rai, la tv di Stato. Dopo aver perso Che tempo che fa, lo storico programma di successo di Fabio Fazio passato al canale Nove, facendo la fortuna di questa piccola e finora poco conosciuta emittente, la Rai sta avendo notevoli problemi con programmi che aveva deciso di lanciare in questa stagione. Un palinsesto che si sta rivelando poco fortunato.

rai crolla tutto
In Rai crolla tutto, cosa è successo (Foto Ansa) – GalleriaBorghese.it

Il crollo che sta avvenendo in questo periodo in Rai riguarda, ovviamente, gli ascolti, non è un mistero. Forse sarebbe più indicato chiamarlo tracollo. Per alcuni programmi le percentuali di share sono molto basse, talmente basse da suscitare l’allarme tra gli inserzionisti che hanno pagato la pubblicità all’interno di questi programmi, con il rischio di vedere sfumato il loro investimento.

Mentre alcuni di questi programmi con bassissimi ascolti vengono ancora tenuti in vita, altri sono stati cancellati. Scopriamo tutte le ultime novità da conoscere.

In Rai crolla tutto, cosa è successo

I dati dell’Auditel sono implacabili: gli ascolti della Rai scendono, al pubblico non piacciono i nuovi programmi lanciati in questa stagione autunnale, che sono seguiti da numeri esigui di spettatori, abbassando la media complessiva delle varie reti. Tutti conoscono ormai il flop di Il mercante in fiera, il programma condotto da Pino Insegno, ma anche Avanti popolo con Nunzia De Girolamo non se la passa affatto bene. E non sono gli unici programmi ad andare male. Liberi tutti!, condotto da Bianca Guaccero, ha chiuso anticipatamente, fermandosi alla terza puntata. Anche altri programmi potrebbero chiudere.

rai crolla tutto
Tra i programmi più disastrosi c’è Il mercante in fiera di Pino Insegno (Foto ANSA) – GalleriaBorghese.it

C’è poco da fare, quando una trasmissione non piace al pubblico e gli ascolti sono davvero bassissimi, è inutile andare avanti, anche perché sarebbe uno spreco di denaro. Non stiamo nemmeno a parlare di ascolti di nicchia, magari per un pubblico ridotto eppure attento, no, qui si tratta proprio di crollo.

Dal 10 settembre al 28 ottobre, rivela l’Auditel, lo share di ascolti della Rai è stato superato da quello di Mediaset: il 35,37% contro il 38,45%, una differenza di oltre 3 punti percentuali che significa tantissimo.

La Rai è ancora regina di ascolti riguardo alle fiction di successo, trasmesse in prima serata. Deve, tuttavia, fare molta attenzione al pericoloso avvicinamento di Canale 5, che sta riducendo le distanze. Mentre gli inserzionisti scalpitano, i vertici Rai cercano di minimizzare. L’amministratore delegato Roberto Sergio ha sottolineato che la concessionaria della pubblicità per la Rai chiuderà l’anno in crescita. Poi, ha contestato i dati Auditel, citando un periodo più lungo per gli ascolti, dal 10 settembre al 12 novembre, in cui la Rai sarebbe avanti del 2,5% di share di Mediaset.

Nel frattempo, però, alcuni programmi continuano ad avere pochissimi telespettatori e potrebbero chiudere a breve. Il caso più clamoroso è Il mercante in fiera, fermo al 2% di share. L’insuccesso ha fatto perdere a Pino Insegno la conduzione de L’Eredità che passerà al più popolare Marco Liorni.

Impostazioni privacy