Dopo aver conosciuto questa storia, non mangerai mai più mentre sei a letto

Se hai l’abitudine di mangiare a letto, potresti non voler più farlo dopo aver letto di questa storia incredibile e inquietante.

Mangiare a letto è una comodità. Magari hai la tv in camera, metti la tua serie tv preferita su Netflix o altri colossi dello streaming, e via, ti godi lo spettacolo mangiando quel che più gradisci. Tantissime persone hanno quest’abitudine, magari di fare uno spuntino a letto anche mentre si legge oppure si guarda Internet, ci si rilassa su morbidi cuscini, e soprattutto si gode di una certa privacy. Tuttavia, sarebbe meglio evitare di mangiare a letto, perché il cibo può creare macchie sulle lenzuola e sul materasso.

Mangiare a letto non lo farai mai più
Mangiare a letto: questa storia ti farà passare la voglia di farlo -galleriaborghese.it

Ci sono dei cibi, tra l’altro, le cui macchie sono ostinate, non facili da eliminare. Altra cosa importante da non sottovalutare è l’associazione mentale. Il letto è dove andiamo a riposare, quindi è legato al concetto di sonno, per cui abituare il cervello ad associare letto e cibo, ovvero luogo in cui mangiare, potrebbe portare a dei disturbi del sonno. Oltre a questi aspetti, vi raccontiamo una storia che vi farà subito smettere di mangiare a letto.

Mangiare a letto: dopo aver scoperto questa storia, non lo farai più

Se sei solito mangiare a letto, sappi che dopo aver letto di questa storia potresti davvero ripensarci. Il fatto è riportato dal New York Post, che ha condiviso il post di un dottore di Singapore, Samuel. L’uomo ha svelato quanto occorso a un uomo cinese di 24 anni.

Mangiare a letto: ecco perché non lo farai più
Mangiare a letto, ecco perché non dovresti farlo -galleriaborghese.it

Questo giovane, infatti, era solito lasciare pacchetti di cibo vicino al suo letto. Una notte, però, l’uomo è finito in ospedale dopo aver manifestato un dolore lancinante nella zona dell’orecchio. Il medico che ha raccontato questa storia ha rivelato che il giovane aveva una blatta nell’orecchio. Una scoperta davvero inquietante.

Ma come ci era finita? Ebbene, pur se questo accade raramente, l’orecchio umano può essere attrattore di questi insetti. Il cerume, infatti, può avere, per le blatte, un odore molto simile a quello di pane, formaggio, ecc. Non è tutto, perché tali insetti possono essere anche attirate da alimenti rimasti vicino al letto, oltre che dalle orecchie. Insomma, si tratta di una storia davvero incredibile che dovrebbe spingervi a preferire sempre il tavolo da pranzo per la consumazione dei normali pasti quotidiani o degli spuntini. Le conseguenze qualora non lo faceste potrebbero essere assai dolorose…

Impostazioni privacy