Disoccupazione, 1000 euro in più per tutti: aumenti anche per chi ha già richiesto la Naspi

Per la disoccupazione sono in arrivo 1000 euro in più per tutti. Gli aumenti previsti anche per chi ha già richiesto la Naspi: ecco che cosa sapere e quali sono le novità. 

A giorni, l’INPS ufficializzerà l’aumento di Naspi e Dis-Coll. Ciò vuol dire che anche le indennità di disoccupazione avranno delle rivalutazioni degli importi sulla base dei tassi di inflazione registrati nel corso del 2023.

Disoccupazione aumenta 1000 euro
L’indennità è in aumento per tutti – galleriaborghese.it

L’Istat ha ufficializzato che il tasso dell’inflazione del 2023 è stato pari al 5,7%. Ciò vuol dire che il disoccupato potrà avere lo strumento di supporto al costo della vita maggiorato. Una nuova circolare dell’INPS ha ufficializzato che presto ci saranno nuovi importi di Naspi e Dis-Coll, tuttavia sono già note le nuove prestazioni.

Si parla di 1000 euro in più di disoccupazione, una somma che sicuramente garantirà maggiore stabilità economica. È bene ricordare che le nuove regole vengono applicate solo per quanto riguarda le indennità liquidate nel 2024. Questo vuol dire che non ci saranno ricalcoli o aumenti per gli attuali percettori di Naspi e Dis-Coll.

Aumenta la disoccupazione: ecco le nuove cifre

Bisogna precisare che la rivalutazione viene applicata solo in fase di calcolo della Naspi. Questo vuol dire che le persone che perdono il lavoro nel 2024 potranno godere di regole più favorevoli se messe a paragone con coloro che sono diventati disoccupati nel 2023 o negli anni precedenti.

Disoccupazione aumenta: novità
Le novità per l’indennità di disoccupazione nel 2024 – machedavvero.it

Al di là di quanto si vede con le pensioni, le indennità di disoccupazione già liquidate, come già anticipato, non vedranno un aumento. A dirla tutta, bisogna preoccuparsi dei tagli, anche perché dal sesto mese in poi l’importo della Naspi verrà ridotto del 3% ogni mesi. Un taglio che decorrerà dall’ottavo mese per coloro che hanno compiuto 55 anni al momento della richiesta.

Facciamo qualche esempio pratico per capire che cosa cambierà. Considerando una persona con una retribuzione lorda di 1.400 euro, l’importo della disoccupazione nel 2023 era calcolato in questo modo: 75% di 1.352,19 euro; 25% della quota che rimane e quindi 47,81 euro: 11,95 euro. In totale, la persona aveva diritto a 1.026,09 euro, un importo che, come detto, dal sesto e ottavo mese si riduce costantemente del 3%.

Nel 2024, l’importo con la stessa retribuzione verrebbe calcolata nel seguente modo: 75% di tutto l’importo, quindi parliamo di una somma 1.050 euro. Rispetto all’anno prima, come possiamo vedere, c’è una differenza di circa 25 euro rispetto al 2023. Una rivalutazione che sicuramente farà felici molte persone.

Impostazioni privacy